Milan, incredibile dalla Spagna: non solo Brahim, due campioni dal Real Madrid!

Maldini e Massara incontreranno i blancos nelle prossime settimane per parlare della questione Brahim Diaz. E non solo…

C’è aria di acquisti in casa Milan. Colpi che inizieranno a partire da luglio, quando si aprirà la finestra estiva del calciomercato. Tanti calciatori già accostati ai rossoneri, ma la dirigenza ha le idee ben chiare e sa quali sono i reparti su cui bisogna lavorare in particolare.

Maldini e Massara
Maldini e Massara (©LaPresse)

Per prima cosa va sottolineato il fatto che, al termine di questa stagione, farà il suo ritorno a Milanello Tommaso Pobega e farà certamente il suo esordio Yacine Adli. I due sono in prestito rispettivamente al Torino e al Bordeaux ma sono di proprietà del diavolo. Poi si è parlato per diverso tempo di Sven Botman, che sembra sempre ad un passo, e di Renato Sanches, che pare aver già strizzato l’occhio al club di via Aldo Rossi.

C’è poi da risolvere assolutamente la questione riguardante Brahim Diaz. Lo spagnolo è in prestito biennale dal Real Madrid (fino al 2023), ma è già tempo di bilanci. Bisogna capire se è il caso o meno di riscattarlo e soprattutto va trovato un accordo economico con il Real Madrid, squadra che ne detiene il cartellino al momento. Si partirà da una base di 22 milioni di euro, una cifra però ritenuta leggermente troppo alta dal Milan. Maldini e Massara hanno intenzione di abbassare quelle che sono le pretese di Florentino Perez.

Non solo Brahim Diaz, il Milan incontra il Real per altri due giocatori!

Presto ci sarà un incontro tra le parti. E’ da valutare anche se il Real vorrà riprendersi il giocatore, cosa fattibile dato che è prevista nel contratto. A quanto pare, però, il Milan vuole vedere il Real anche per chiedere informazioni su altri due calciatori. Secondo quanto riportato dal quotidiano spagnolo sport.es, i dirigenti rossoneri vorrebbero approfittare della situazione per parlare di due pedine che in questo momento non sembrano rientrane nei piani di Carlo Ancelotti.

Parliamo di Luka Jovic e soprattutto di Eden Hazard. A complicare le cose però ci sarebbero due fattori: il primo è il probabile addio di Isco, che lascerebbe un vuoto dal punto di vista qualitativo lì sulla trequarti, ma soprattutto l’ingaggio del belga che è molto elevato. E’ un problema questo soprattutto per il Real, dato che diverse società hanno abbandonato la pista Hazard proprio a causa del suo stipendio. Non c’è problema ingaggio invece per Jovic, anche se i blancos non lo lasceranno partire per un’offerta inferiore ai 30 milioni di euro.