Asensio, la conferma è clamorosa: “Come Theo Hernandez”, i dettagli

Il Milan tenta un nuovo colpaccio dalla Spagna. Contatti già avviati per il fantasista che potrebbe lasciare la propria squadra.

Le ultime prestazioni del Milan in campionato hanno fatto suonare un campanello d’allarme. Manca qualità ed imprevedibilità nella fase offensiva rossonera.

asensio
Asensio in Real-Psg (©LaPresse)

Pochi gol segnati nell’ultimo mese, soprattutto per gli scarsi riferimenti ai centravanti e le prestazioni opache dei trequartisti. Brahim Diaz continua a singhiozzare, Messias e Saelemaekers sulla fascia destra appaiono meno incisivi di altri tempi.

Tale mancanza potrebbe essere colmata nel prossimo mercato estivo. In molti chiedono, quasi a furor di popolo, un innesto di alto livello tecnico sulla trequarti. La dirigenza del Milan lo starebbe già valutando, andando a bussare alla porta di un club con cui ha già fatto ottimi affari nel recente passato.

Scadenza nel 2023, occasione più unica che rara

Diventa sempre più concreta l’idea di inserirsi nella corsa a Marcos Asensio del Real Madrid. Un vero e proprio sogno per il mercato estivo 2022, che darebbe lustro, qualità e genio all’attacco rossonero per la prossima stagione.

Per chi lo conoscesse poco: Asensio è un classe 1996, talento purissimo del Real e della Nazionale maggiore spagnola. Cresciuto nel Mallorca, è stato lanciato giovanissimo dalle merengues, dimostrando immediatamente le sue potenzialità. Peccato che alcuni infortuni abbiano minato la sua esplosione rapida, ma non certo le sue peculiarità tecniche.

Il Milan ci proverà seriamente, soprattutto puntando su un fattore: la scadenza di contratto nel giugno 2023. Ad oggi le trattative per il rinnovo con il Real Madrid sono bloccate e non è escluso che gli spagnoli decidano di vendere Asensio già nei prossimi mesi. Come detto i rapporti tra i due club sono eccellenti, come dimostrano le recenti trattative per Theo Hernandez e Brahim Diaz.

Come segnalato dal giornalista Matteo Moretto, che lavora tra Italia e Spagna, il Milan è pronto all’offensiva. Si muoverà personalmente Paolo Maldini per tale trattativa, sfruttando il suo canale privilegiato con Florentino Perez e con gli uomini mercato del Real Madrid.

Inoltre Asensio negli ultimi tempi non è considerato più un titolarissimo da Carlo Ancelotti. L’ex tecnico milanista gli preferisce spesso il brasiliano Rodrygo nel 4-3-3 dei blancos. Altro motivo per cui il 26enne potrebbe seriamente fare le valigie. Nel Milan di Pioli potrebbe giocare tranquillamente sia da esterno destro offensivo, sia da trequartista puro sotto l’unica punta.