Pronta un’offerta da 120 milioni: per il Milan diventa impossibile

L’attaccante è stato di recente accostato al Milan, ma il costo del suo cartellino è davvero alto. Il Paris Saint Germain è pronto a sbaragliare la concorrenza!

In vista della prossima stagione, il Milan sta facendo valutazioni importanti su quello che sarà il nuovo reparto d’attacco. Zlatan Ibrahimovic sembra giunto al capolinea, dato che le sue condizioni fisiche sono ormai arrivate all’estremo della sopportazione.

Leonardo e Al-Khelaifi
Leonardo e Al-Khelaifi (©LaPresse)

Per diverse fonti, è ancora in bilico il futuro dello svedese, indeciso se lasciare il calcio giocato o concedersi un altro anno da fenomeno avanzato. A prescindere da ciò, il Milan, nelle vesti di Paolo Maldini e Frederic Massara, sa bene che per competere a più alti livelli servono grosse garanzie. Soprattutto in un reparto così fondamentale.

Già quest’anno è servito per capire che serve maggiore concretezza sotto porta, la stessa che è mancata dagli attaccanti del Milan. Olivier Giroud ha dato sicuramente una grossa mano, sfatando la becera “maledizione del 9”. Il francese rimarrà con certezza anche il prossimo anno, ma è pur sempre un ultra 35enne.

Il Milan, Pioli, hanno bisogno di forze fresche e contemporaneamente pronte a giocare ad altissimi livelli. Ci sarà ancora la Champions League da disputare, e di certo si vorranno migliorare i risultati della stagione in corso. Sono già cominciate le valutazione di Maldini e Massara in tal senso. Origi, profilo esperto ed internazionale, è ormai ad un passo. Ma non basta.

Il belga sarà assai probabilmente sfruttato da jolly offensivo. Servirà anche un attaccante puro, di razza, dal grande feeling col gol. Molto passerà dal cambio di proprietà, per comprendere la mole di investimenti che si potrà attuare nel prossimo mercato.

Milan, il sogno dal Benfica: il PSG spazza la concorrenza

Un nome accostato al Milan negli ultimi tempi è quello di Darwin Nunez, la promessa del calcio mondiale che è ormai nel mirino dei più grandi club del continente. Uruguaiano di origini, spesso paragonato a Cavani, è pronto al grande salto. Dal Benfica ad un top club in grado di consacrarlo tra i migliori attaccanti d’Europa.

Nuñez
Darwin Nuñez (©Ansa Foto)

Nunez è una macchina da gol, con grande senso del gioco e della posizione. Diverse fonti lo hanno accostato al Milan nella probabile ipotesi del cambio di proprietà. Con InvestCorp al comando, gli investimenti potranno essere maggiori, e Paolo Maldini è rimasto totalmente stregato dal giovane attaccante.

Acquisti di maggiore blasone sì, ma è difficile pensare che il Milan possa pareggiare la richiesta di 70 milioni di euro del Benfica per Darwin Nunez. In campo, per l’attaccante, sono inoltre scesi i titani del calcio europeo, club inglesi e ovviamente il Paris Saint Germain.

Addirittura, la società in mano ad Al-Khelaifi è pronta a mettere sul piatto del Benfica ben 120 milioni di euro. A riportarlo è Transfer News Live. Un’offerta che supera di molto la richiesta dei portoghesi, e che di conseguenza  sbaraglia completamente la concorrenza. In tutto ciò, sarà comunque decisiva la volontà del giocatore. Ma ad oggi, con tali cifre in ballo, la suggestione Darwin Nunez sembra assolutamente fuori portata per il Milan; anche con InvestCorp nuovo proprietario.