“Zero possibilità di ripescaggio”, svaniscono le speranze dei tifosi

Il presidente della Figc, Gabriele Gravina, ha spento ogni speranza che si era accesa nella giornata di ieri. I tifosi dovranno rassegnarsi

Brutte notizie per i tifosi, ma più in generale per tutto il calcio italiano. Ieri si era aperta una possibilità di ripescaggio, ma bisogna fare i conti con la realtà: non c’è alcuna possibilità che questo ripescaggio possa avvenire. A mettere la parola fine sulle speranze di un popolo intero è stato direttamente Gabriele Gravina, numero uno della Federazione Italiana Giuoco Calcio.

FIGC
FIGC (©LaPresse)

C’è chi ci aveva creduto, chi non aveva mai preso seriamente questa ipotesi, chi era titubante. Alla fine però tutti quanti devono arrendersi all’idea che l’Italia non parteciperà ai prossimi Mondiali in programma in Qatar a fine anno. Ieri si erano riaperte le speranze di un clamoroso ripescaggio, dovuto ad una irregolarità da parte dell’Ecuador che in una partita delle qualificazioni ha schierato un calciatore che in realtà non aveva diritto a scendere sul terreno di gioco.

Da qui tutte le varie indagini della Fifa che però deve ancora prendere una decisione ufficiale. Ecco perché nella giornata di ieri si era sparsa la voce di un possibile quanto clamoroso ripescaggio da parte dell’Italia, che sicuramente per quanto riguarda il ranking storico è al primo posto tra le escluse al Mondiale. A spegnere definitivamente le speranze degli italiani però è stato quest’oggi Gabriele Gravina, presidente della Figc. Non ci sono le condizioni affinché tutto questo accada e il numero uno della Federazione ha anche spiegato il motivo.

Gravina: “Abbiamo parlato con la Fifa, l’Italia non sarà ripescata”

Il presidente della Federazione Italiana Giuoco Calcio, Gabriele Gravina, oggi ha tenuto assieme a tutto il suo staff il consueto Consiglio Federale. Al termine di quest’ultimo, è stato fermato da diversi giornalisti che, inevitabilmente, gli hanno fatto qualche domanda sul possibile ripescaggio da parte dell’Italia al prossimo Mondiale, con la notizia che era venuta fuori nella giornata di ieri.

Gravina ha spento definitivamente questa opportunità: “In caso di esclusione dell’Ecuador, le possibilità che l’Italia venga ripescata al loro posto sono pari a zero. Abbiamo parlato con la Fifa perché anche noi ci abbiamo creduto per un attimo, ma la risposta è stata totalmente negativa. Questo perché gli slot occupati dalle Nazionali europee sono al completo, tredici. Se l’Ecuador alla fine dovesse essere escluso, verrebbe ripescato un Paese sudamericano. Sappiamo che il Qatar avrebbe voluto accogliere l’Italia, ma le regole sono queste. Siamo fuori per nostri demeriti“.