16 punti non bastano, Allegri: “Il Milan non è superiore alla Juve”

Le parole di Massimiliano Allegri in merito allo Scudetto conquistato del Milan faranno certamente discutere

Una stagione da dimenticare quella della Juventus. I bianconeri non sono riusciti ad alzare al cielo alcun trofeo. Il crollo dell’Atalanta gli ha permesso di qualificarsi alla Champions League, chiudendo il campionato al quarto posto.

Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri (©LaPresse)

I punti dalla vetta, però, sono davvero tantissimi: la Vecchia Signora ha chiuso a ben 16 lunghezze dal Milan campione d’Italia, 14 dall’Inter e 9 dal Napoli.

Troppi, tanti punti ma Massimiliano Allegri – intervistato da DAZN – non abbassa la testa, anzi. Il tecnico è convinto che la sua Juve non sia inferiore a nessuno: “Milan, Inter e Napoli ci sono arrivate davanti ma non erano superiori a noi – afferma -. Però, non avendo mai vinto tutti gli scontri diretti, è chiaro che ci sia mancato qualcosa sotto l’aspetto caratteriale e della gestione”.

Bel gioco

Impossibile non fare una battuta sulla diatriba bel gioco e risultati. Il parere di Allegri non cambia: “Chi vince non potrà mai giocare male. Ma chi gioca bene e non vince può essere criticato perché non ottiene il risultato. Non c’è un metodo unico per vincere: serve avere giocatori forti, metterli nelle giuste condizioni e dargli un’idea. Tutti vogliamo giocare bene, ma è un’idea astratta”