Milan, le amichevoli con le Nazionali: Brasile, Colombia, Messico e le altre sfide

Negli anni ’90, il Milan è stato protagonista di amichevoli contro alcune Nazionali asiatiche e sudamericane. Una vera e propria tradizione che certificava ulteriormente la grandezza del club in quegli anni 

C’è stato un tempo in cui il Milan affrontava … le Nazionali in amichevole. Si avete capito bene. Una squadra di club contro una rappresentativa nazionale, uno scenario quasi impraticabile adesso ma che negli anni ’90 ha visto spesso protagonista il Milan di Sacchi e Capello a fine stagione.

Milan-Usa
Milan-Usa

A differenza di quello che è avvenuto poi costantemente nel nuovo millennio, nell’ultimo decennio del secolo scorso la tournée di amichevoli in Asia o in Nord America era programmata subito dopo la fine del campionato tra maggio e giugno, prima della ripresa estiva.

Il Milan ne era assiduo protagonista. I rossoneri, a volte con qualche prestito da altre squadre per sopperire alle eventuali assenze di calciatori impegnati in Europei e Mondiali, alla conclusione della Serie A (spesso vinta in quegli anni) partivano per raggiungere l’altra parte del mondo, supportati da una fama che già aveva travalicato ampiamente i confini nazionali.

Nei vari tour affrontanti a fine stagione il Milan ha affrontato selezioni locali, i club più rappresentativi del posto e, a volte, Nazionali che in quegli anni, tranne alcuni casi, non avevano una tradizione calcistica già nota. Di seguito, ripercorreremo alcune delle sfide affrontate in quell’inizio decennio, glorioso per i rossoneri in Italia, in Europa e nel mondo.

Milan, le amichevoli contro le Nazionali negli anni ’90

La prima sfida contro una Nazionale degli anni ’90, il Milan l’ha giocata il 15 giugno 1991 a Chicago contro gli Usa che tre anni dopo avrebbero ospitato il Mondiale. I rossoneri di Sacchi, in procinto di essere sostituito da Capello, pareggiarono 1-1 con Van Basten che impatta il gol di Perez. Due giorni prima, a Toronto, il Milan aveva pareggiato 2-2 contro una formazione di All Stars del campionato canadese. Decisiva, in rimonta, la doppietta di Massimo Agostini.

Il 12 maggio 1992, il Milan di Capello vince 0-2 con Israele a Tel Aviv, la settimana precedente la grande sfida a San Siro contro il Brasile nella partita di addio al calcio di Carlo Ancelotti. Davanti a 62mila spettatori, la Selecao si impose 0-1 con gol di Careca, già avversario in tante sfide di campionato con la maglia del Napoli.

Nel giugno 1993, il Milan di Capello campione d’Italia, vola in Australia per due amichevoli contro i Socceroos. A Sydney e Melbourne, i rossoneri vincono 0-1 e 0-2. Goffa l’autorete di Vidmar che decide il primo incontro. Nel secondo match, segnano Simone e Lentini.

Il tour prosegue nel 1994, quando il Milan torna a fine stagione negli Usa. Il 30 maggio, a Miami, grande sfida contro la Colombia di Maturana che di lì a poco avrebbe affrontato il Mondiale di Usa ’94. I Caffeteros si imposero 2-1 con i gol del parmense Asprilla e di Rincon, recentemente scomparso in un incidente stradale. Di Savicevic il gol del Milan. Tre settimane dopo, quella Colombia sarebbe stata eliminata nella fase a gironi del Mondiale. Decisiva la sconfitta con gli Usa con un’autorete di Escobar, difensore, seguito anche dal Milan, poi assassinato al ritorno in patria.

Nel 1996 altro grande tour in Asia. Capello, prima di andare al Real Madrid, è ancora sulla panchina del Milan nelle due amichevoli contro Corea del Sud e Thailandia disputate nell’ultima settimana di maggio. A Seul, i coreani vincono 3-2 (gol di Weah e Locatelli). A Bangkok finisce 2-2 con i gol di Simone e Baggio.

Gli anni successivi

Anche negli anni seguenti, il Milan sarebbe andato in tournée a fine campionato. Nel 1997 , amichevoli in Brasile con alcuni top club locali. Nel 2000, con Zaccheroni in panchina doppia sfida con il Kuwait con sconfitta 2-0 e 0-7 seguente con gol di Sheva, Orlandini, doppietta di Aliyu poi Guglielminpietro e Ganz.

Le ultime due amichevoli contro le Nazionali, il Milan le ha disputate nel maggio 2002 (con Ancelotti allenatore) poco prima dell’inizio del Mondiale di Corea e Giappone. Avversarie dei rossoneri, due qualificate alla rassegna iridiata (entrambe avrebbero affrontato l’Italia di Trapattoni) ovvero l’Ecuador (ko 2-1 a New York con gol di Ambrosini) e il Messico (altra sconfitta 2-1 a Los Angeles con gol della bandiera di Serginho su rigore). In quest’ultima sfida, con il Milan ha giocato, da titolare, Dario Hubner, uno dei prestiti per l’occasione insieme a Zauli, Conticchio e Savino.