Milan, chiusura in vista: un’altra cessione ai dettagli

Il club rossonero sta per chiudere un’altra cessione in Serie A: ci sono da limare gli ultimi dettagli

Il Milan è alle prese con numerose trattative in entrata e in uscita e sta lavorando su più fronti per fare in modo che Stefano Pioli possa avere la rosa al completo prima possibile, considerando che il campionato comincia tra appena un mese.

Dirigenza Milan
Dirigenza Milan (©LaPresse)

La dirigenza rossonera è alle prese con alcune operazioni in entrata, che serviranno a garantire ancor maggiore qualità in ogni reparto e che potranno fornire delle alternative in più di qualità nell’ottica del doppio impegno tra Serie A e Champions League. Gli obiettivi sono noti, con la società che è a caccia di un difensore centrale, un centrocampista e un trequartista. Sulla trequarti la trattativa per Charles De Ketelaere con il Club Bruges sta facendo passi avanti e i rossoneri potrebbero a breve chiudere per il belga. Questo innesto ovviamente chiudere lo spazio ad altri giocatori.

Ecco qui che rientriamo nel discorso delle cessioni, con i rossoneri che sono chiamati a piazzare tutti quei giocatori che non possono essere protagonisti nel progetto rossonero per la prossima stagione. L’arrivo di De Ketelaere, o di un altro trequartista di questo spessore, sicuramente andrebbe a relegare ulteriormente ai margini un giocatore come Daniel Maldini.

Daniel Maldini al Verona: si lavora sulla formula

Maldini Jr ha già dimostrato di avere le giuste qualità per il Milan del futuro ma in questo momento non è ancora definitivamente pronto, e per diventarlo ha bisogno di andare a giocare co continuità. In questi giorni si è parlato di una trattativa ben avviata fra Milan e Verona e oggi la Gazzetta dello Sport fornisce degli aggiornamenti in merito. L’Hellas e i rossoneri stanno discutendo sulla formula per il passaggio in gialloblù del figlio d’arte.

Sul prestito le due società sono d’accordo, ma i veneti non lo vogliono secco e lavorano per l’inserimento del diritto di riscatto. La rosea sottolinea comunque che le parti sono vicinissime e che la chiusura è in vista. Il Verona, che tra l’altro è la squadra contro cui ha esordito in Serie A, sarebbe per Daniel un ottimo banco di prova, dove potrebbe far valere le sue qualità e mettersi in mostra da protagonista in un contesto molto competitivo, per poi magari fare ritorno alla base.