Elliott, 364 milioni sequestrati in attesa del ricorso: i dettagli

Yonghong Li ha ottenuto il sequestro di una cospicua somma di denaro di Elliott in Lussemburgo: è atteso il ricorso del fondo americano.

Elliott non ha problemi solamente con Blue Skye, che ha messo sotto accusa la cessione del Milan a RedBird Capital Partners e chiesto un risarcimento. Ma la società di Salvatore Cerchione e Gianluca D’Avanzo non è l’unica ad aver avviato una causa legale nei confronti del fondo americano.

Yonghong Li
Yonghong Li, ex presidente del Milan (©Ansa Foto)

C’è anche Yonghong Li a pretendere soldi da Elliott, dopo essersi visto soffiare il Milan nell’estate 2018 in seguito a un suo inadempimento da circa 32 milioni di euro. Le azioni del club erano in pegno all’hedge fund, che ha potuto procedere con l’escussione. L’uomo d’affari cinese, però, si è giocato la carta delle vie legali nella speranza di ottenere un risarcimento.

Elliott, soldi sequestrati per colpa di Yonghong Li: le ultime news

Secondo quanto rivelato da Il Sole 24 Ore, Yonghong Li è riuscito a ottenere il sequestro di 364 milioni da parte del Tribunale del Lussemburgo. Tale causa ha coinvolto la Rossoneri Sport Investment e la Project RedBlack, società lussemburghesi tramite le quali Elliott controlla il Milan.

Nello specifico, il sequestro riguarda un credito della Project RedBlack nei confronti della Rossoneri Sport, che detiene il 99,93% delle azioni del club. La decisione è comunque temporanea, in attesa che l’hedge fund statunitense presenti il ricorso.

L’imprenditore cinese è assistito dagli avvocati italiani dello studio Cleary Gottlieb. Il suo obiettivo è quello di recuperare una parte dei soldi persi nell’operazione Milan. Vedremo come proseguirà il contenzioso tra l’ex presidente rossonero ed Elliott. Nelle prossime settimane, probabilmente, ci saranno novità.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MilanLive.it (@milanliveit)