Pobega: “Adesso voglio togliermi delle soddisfazioni qui. Impressionato da Maignan”

Gran belle dichiarazioni di Tommaso Pobega. Il rossonero ha parlato ai canali ufficiali del Milan dopo il rinnovo…

Ieri è stata una gran bella giornata a Casa Milan. Il club ha annunciato il rinnovo di contratto di Tommaso Pobega, che ha prolungato sino al 2027. Il centrocampista, finalmente, è tornato a Milanello per restarci, e la prossima stagione è chiamato a giocarsi un ruolo importante nelle gerarchie di Stefano Pioli.

Tommaso Pobega
Tommaso Pobega (acmilan.com)

L’area tecnica rossonera ha sempre dimostrato di credere in Tommaso e di non volerlo perdere. Non è un caso che i suoi prestiti siano sempre stati secchi, sia allo Spezia che al Torino. È cresciuto tantissimo negli ultime due anni, sorprendendo la critica sportiva. Il Milan sa che Pobega può dare tanto alla squadra, e iniziare la stagione con il suo rinnovo la dice lunga sulla fiducia che il club e Pioli vogliono concedergli per il futuro.

Dopo l’annuncio sul rinnovo, il centrocampista classe 1999 ha parlato ai microfoni del club rossonero. Tanti gli argomenti toccati, ma le sue parole fanno soprattutto capire che ha una voglia matta di mettersi in mostra e conquistare l’ambiente rossonero.

Pobega: “C’è un gran rapporto con Tonali”

Finalmente Milan: Le emozioni sono tante. C’è voglia di far bene, di allenarmi, di giocare. Ogni anno è servito per crescere e per migliorarmi. Ora voglio togliermi delle soddisfazioni qua. L’anno scorso ho fatto tutta la preparazione qui e sono andato la prima in panchina. Però poi forse mi serviva ancora un passaggio fuori per crescere. Ho avuto la fortuna di andare a Torino e di trovare un bell’ambiente. Un allenatore che mi ha dato fiducia”.

Nazionale: “Per me è sempre un onore e un piacere andare e cercare di fare il meglio possibile per la Nazionale. Per me l’esordio con la Germania è stata un’emozione indescrivibile, perchè la Nazionale è sempre la Nazionale. Ed ho degli obiettivi che spero di togliermi anche con la maglia azzurra.

Rapporto con Tonali e i compagni: “È un bel rapporto con Sandro, ci conosciamo già dall’anno scorso. È un piacere giocare con lui. Il gruppo mi ha fatto un’impressione positiva. Perché c’è proprio voglia di lavorare, di allenarsi, di far le cose nel modo giusto. Li ho visti già cresciuti l’anno scorso sotto il punto di vista della consapevolezza. Una persona che ero molto curioso di ritrovare era Maignan che l’anno scorso mi aveva fatto un bella impressione. Oltre per il discorso tecnico ma anche per il carisma e la presenza nello spogliatoio”.

Il Mister: “L’anno scorso prima di andar via avevo un pò parlato con Pioli, confidato che Torino poteva essere la scelta giusta. Ci ha tenuto a dirmi di lavorare bene per tornare. Sono sicuro che se seguirò le sue parole e le sue indicazioni crescerò ancora molto. Lui ha dimostrato di essere un ottimo allenatore e posso imparare tanto”. 

Obiettivi: “Il mio obiettivo ogni anno è quello di crescere e migliorare. Dopo normale, ci vogliamo togliere delle soddisfazioni come gruppo. Anche ogni singolo vuole togliersi le sue soddisfazioni. Io ho i miei obiettivi chiari in mente che non voglio dirli per scaramanzia. Cercherò di lavorare e basta per raggiungerli.