Milan, Ibrahimovic esce allo scoperto: “Il futuro è…”

Il messaggio di Zlatan Ibrahimovic dopo la vittoria di ieri del suo Milan, parole che iniziano a fomentare la tifoseria rossonera.

Ieri il Milan ha aperto la stagione 2022-2023 con una vittoria, sudata ma meritata. Battuta l’Udinese per 4-2 e conquistati dunque i primi tre punti del campionato.

ibra
Zlatan Ibrahimovic (©LaPresse)

Nel Milan sceso in campo ieri pomeriggio a San Siro mancavano soltanto due tasselli importanti della rosa. Ovvero Sandro Tonali, attualmente acciaccato per via di un lieve stiramento subito in amichevole.

Ma anche Zlatan Ibrahimovic. Il leader e centravanti del Milan, sotto contratto fino a giugno 2023, dovrà restare fuori almeno per altri 4-5 mesi dopo l’intervento delicato al ginocchio.

Ibrahimovic esaltato a bordo campo: motivazioni positive per il futuro

Ieri Ibrahimovic ha seguito quasi da tifoso la prima di campionato tra Milan e Udinese. Lo svedese è stato spesso inquadrato a bordo campo, nella zona in cui possono accomodarsi i tesserati rossoneri, appena sopra la panchina di mister Pioli.

Zlatan tiene molto alla sua squadra. Da qui la decisione di operarsi all’articolazione infortunata e continuare a giocare nonostante i quasi 41 anni di età. Intanto sui social Ibra ha lanciato un messaggio ottimistico e speranzoso che fa impazzire i suoi tifosi.

 

“Il futuro è luminoso” – ha scritto Ibrahimovic a corredo della sua immagine di ieri a San Siro, intento a seguire e spronare i suoi compagni in campo. Un messaggio breve ma di grande impatto, soprattutto se arrivato dal leader caratteriale e mentale del club.

Il futuro di cui parla Ibra sui social network riguarda certamente il Milan. Una squadra che ha appena vinto lo Scudetto e che sta lavorando benissimo, sia sul campo da gioco che a livello societario. Lo svedese è convinto dunque che il lavoro di Pioli, Maldini e compagnia porterà frutti ancora più brillanti e vincenti in prospettiva.

Ma Ibrahimovic si riferisce magari anche ad un futuro luminoso e positivo per sé stesso. L’attaccante sta lavorando per rientrare il prima possibile ed intende replicare il 2020: ovvero quando il suo ritorno con la maglia del Milan rese la squadra di Pioli forte, convincente e finalmente degna del nome che porta.