Dazn, la richiesta dell’Agcom: a quanto può ammontare il rimborso

Dazn, a breve dovrebbero essere comunicate le procedure di rimborso agli abbonati per i disservizi che hanno impedito la visione delle partite di Serie A di domenica 14 agosto. La richiesta dell’Agcom è chiara

Sono passati tre giorni ma non si placano le polemiche per il black out di Dazn di domenica 14 agosto. Le avvisaglie di qualche problema nell’accesso all’app si erano registrate già il sabato precedente con Milan-Udinese e Lecce-Inter. Disagi quasi lievi se paragonati a quanto avvenuto nella serata di domenica con un gran numero di abbonati impossibilitati alla visione a causa di un ricorrente problema nell’autenticazione.

Dazn
Dazn (Ansa Foto)

Questa la spiegazione del disservizio stando a Dazn. Per cercare di contenere il mancato funzionamento dell’app l’emittente ha fornito un link alternativo agli abbonati per seguire Salernitana-Roma e Spezia-Empoli, procedura poi ripetuta preventivamente per Verona-Napoli. Un tentativo che non ha placato la furia degli abbonati, supportati nelle loro rimostranze dall’intervento delle autorità di controllo preposte che hanno intimato a Dazn di avviare immediatamente le procedure di rimborso per compensare la mancata visione degli eventi.

Dazn, la richiesta dell’Agcom e la possibile entità dei rimborsi

dazn
Dazn (Ansa foto)

L’AGCOM, l’Autorità Garante delle Comunicazioni, avrebbe richiesto a Dazn di avviare i rimborsi con una modalità semplificata e di fatto automatica bypassando la procedura, attualmente prevista in casi simili, che prevede la compilazione e il successivo invio di un modulo di richiesta per l’indennizzo derivante da disservizi e mancata visione, come stabilito peraltro da una delibera (la 17 del 2022) della stessa Agcom.

Lo riferisce il Sole24Ore, stando al quale, Dazn avrebbe già dato il suo assenso alla richiesta. Sempre il Sole24Ore riferisce che il rimborso dovrebbe portare a uno sconto sul prezzo dell’abbonamento (dunque verosimilmente sul prossimo rinnovo) di circa il 25%. 

Se l’entità dell’indennizzo resta ancora da stabilire, la certezza è che l’Agcom ha invitato formalmente Dazn a facilitare il più possibile la procedura per gli utenti. Ora spetta all’emittente stabilirla nel più breve tempo possibile e a comunicarla successivamente agli abbonati.

Nel frattempo, i vertici di Dazn sono stati convocati venerdì prossimo alle 18, al tavolo di confronto voluto da Valentina Vezzali, sottosegretario alla presidenza del Consiglio con delega allo Sport. All’incontro parteciperà la stessa Agcom.

La Serie A tornerà in campo il prossimo weekend con la 2.a giornata di campionato. Per Dazn, un test importante, l’ennesimo, anche se già con Verona-Napoli e Juventus-Sassuolo di lunedì 15 agosto, non si sono registrati disservizi o limitazioni alla visione per gli abbonati.