Le pagelle di Milan-Inter 3-2: Leao è un fenomeno, Tonali trascina. Maignan decisivo

Le pagelle di Milan-Inter 3-2: Leao è devastante. Prima doppietta in un derby. Tonali trascinatore; Giroud e la sua solita zampata. Maignan le prende tutte

Succedono tante cose durante i primi 45′. Gli uomini di Pioli creano prima con Giroud, poi con Leao – ispirato sulla fascia – ma è l’Inter a passare al primo affondo. Brozovic si inserisce in una voragine dopo un surplus di Lautaro. Il croato davanti a Maignan non trema e porta in vantaggio i suoi. Il Milan reagisce bene, tiene il campo e pareggia pochi minuti dopo. Solita palla recuperata alta, Tonali serve in area Leao che di sinistro incrocia l’1-1. Grande occasione sempre in situazioni di recupero palla per lo stesso numero 8, che duetta con Giroud ma strozza troppo. Anche Theo, con un missile che finisce di poco alto, sfiora il gol del vantaggio, ma si va al riposo in pareggio.

Milan-Inter
Milan-Inter (©LaPresse)

Ma nel secondo tempo il derby decolla. Pronti via e Giroud porta il diavolo in vantaggio. Su assist ancora di Leao. passano sei minuti e al 60′ è il portoghese, dopo una sponda di Giroud ad andare a segno. Il 3-1 del Milan dura poco; Inzaghi fa entrare Dzeko, che al 67′ ha già fatto 2-3. Tantissime emozioni, ma la gara finisce sul 3-2. Tre punti pesantissimi e ancora un derby vinto, nel segno di Leao e Giroud.

Milan-Inter, le pagelle:

MAIGNAN 8 – Nulla può sui due gol presi, mentre su tutte le conclusioni pericolose dell’Inter (colpo di testa di Lautaro, piatto di Dzeko e tiro da fuori di Calhanoglu) si esalta. Ancora decisivo, dopo il rigore, ancora uno dei migliori in campo.

CALABRIA 6 – Sempre pulito nelle chiusure e nelle giocate palla al piede, meno preciso in marcatura sul gol del 2-3, quando si fa infilare Darmian. Una gara in ogni caso importante del capitano del Milan (KJAER 83′ – sv).

KALULU 6,5 – Solita gara aggressiva, fatta di attacchi in anticipo e qualche uscita a vuoto. Si incolla a Lautaro che farà sponda sull’1-0, mentre i compagni non riescono a coprire i buchi. Intelligente e importante il suo apporto sul finale di partita quando si sposta a sinistra.

TOMORI 6,5 – Importante intervento su Lautaro in chiusura di primo tempo, un po’ indeciso sul dare supporto a Kalulu in occasione del vantaggio interista. Dopo le fasi confuse della metà del secondo tempo, lotta e chiude tutti gli spazi, risultando fondamentale nel portare a casa il risultato nel momento di pressione massima nerazzurra.

THEO HERNANDEZ 6,5 – Da lui passano tante azioni d’attacco. Si inserisce, arriva al tiro sfiorando un gran gol ed è concentrato in chiusura. Perfetto nel secondo tempo, nonostante l’ammonizione, in marcatura su Dumfries.

TONALI 7,5 – Primo tempo da assoluto protagonista in fase offensiva. Padrone del centrocampo, anche con tanti palloni importanti recuperati, suona la carica e si mette in proprio, poi serve l’assist per Leao dell’1-1 (POBEGA 83′ – sv).

BENNACER 6,5 – Ancora altissimo il rendimento dell’algerino, che dispensa la solita infinità di cose utili all’interno della partita.

MEASSIAS 6 – Il suo compito è spesso di contenimento. Ruolo tattico per il 30, che prova a essere incisivo anche palla al piede con qualche buon cross e sovrapposizione (SAELEMAEKERS 72′ – 6).

DE KETELAERE 6 – Probabilmente un po’ in ritardo in copertura su Brozovic, decisamente meglio palla al piede; nella fase centrale del primo prende fiducia e la sua prestazione sale di livello (BRAHIM DIAZ 63′ – 6).

LEAO 9 – L’ago della bilancia dell’attacco del Milan. Dai suoi piedi nascono i cross più pericolosi e le giocate migliori. Non ultimo il bellissimo gol del pareggio, su assisti di Tonali nel primo tempo. Nel secondo tempo il portoghese esplode; prima servendo dal nulla l’assist per Giroud, poi inventandosi – ancora in tandem col francese – un gol pazzesco in serpentina, portando a spasso mezza difesa interista. Un ufo.

GIROUD 7,5 – Stavolta molto cercato dai compagni, sono tante le sponde e le giocate intelligenti. Lotta e prova a mettersi in proprio, e trova il guizzo in apertura di secondo tempo. Decisivo e letale, ripulisce anche uno splendido pallone di tacco per il 3-1 momentaneo di Leao (ORIGI 72′ – 6).