Tonali: “Pioli un grande mister. Non ci sentiamo i migliori, ma sappiamo di essere forti”

Le parole di Sandro Tonali al termine di Sampdoria-Milan. Il centrocampista rossonero si è detto contento della vittoria e di quanto la sua squadra abbia lottato per i 3 punti…

Partita sofferta, partita sporca, ma che il Milan è riuscito a portare a casa. I rossoneri di Stefano Pioli hanno conquistato i 3 punti a Marassi grazie alla vittoria per 1-2 contro la Sampdoria. A complicare tutto l’espulsione di Rafael Leao ad inizio secondo tempo.

Pioli e Tonali
Pioli e Tonali (©LaPresse)

Il portoghese ha tentato la rovesciata, ma con lo stinco ha colpito la testa dell’avversario. Doppio giallo e rosso per l’attaccante del Milan. La Samp si è portata facilmente sul pari, ma Stefano Pioli ha cambiato tutto d’astuzia tattica. Difesa a tre e squadra comunque propositiva. Il Diavolo ha ritrovato il vantaggio grazie ad uno straordinario Giroud dal dischetto.

Ovviamente, il finale di gara è stata un’agonia. Lo sa bene Sandro Tonali, che nel post-partita ha parlato ai microfoni di DAZN. Il mediano del Milan si è detto contento della grinta e del carattere della sua squadra, che nonostante le difficoltà è riuscita a portare a casa i tre punti. Di seguito i temi e le parole di Sandro:

Sarebbe stato meglio segnare dopo il rinnovo?: “La partita di oggi ti da una carica incredibile, è meglio vincere la partita così. E’ meglio vincere che segnare e avere un altro risultato. Siamo contenti per aver combattuto così e averla portata a casa”.

Quanto è cresciuto questo Milan?: “Queste sono partite sporche. Nel secondo tempo abbiamo fatto pochissimi passaggi precisi, però siamo riusciti a segnare vincere. E se riusciamo a vincere queste partite possiamo fare tanta strada”.

Il suo rapporto con Pioli: “Abbiamo un bellissimo rapporto. Siamo già al terzo anno, è un grande mister. Avevamo bisogno di lui e lui di noi. Ci siamo dati una mano in tutti i modi”.

Il Milan è la squadra più forte della Serie A?: Credo che questo campionato sia molto equilibrato. Mi baso sul campionato dello scorso anno e su questo inizio di stagione. Ci sentiamo una squadra difficile da battere. Non ci sientiamo i più forti, ma siamo forti”.