Milan, nessuna offerta: la strada per l’attaccante è tracciata

Via a zero e bonus alla firma: il piano per il talento che tanto piace a Maldini è chiaro. Ad oggi nessuna offerta

E’ stato un sogno accarezzato soprattutto a fine maggio e nei primi di giugno. Un sogno, che per il Milan e per i suoi tifosi è rimasto tale. Alla fine il giocatore, finito nel mirino di Paolo Maldini, è rimasto a Madrid, per continuare a vestire la maglia del Real.

Casa Milan
Casa Milan (©LaPresse)

Almeno questa era l’intenzione di Marco Asensio. L’attaccante, fino a questo momento, infatti, ha giocato davvero poco. Nessun minuto in Supercoppa europea, solo 7 in campionato, nel 4 a 1 contro il Celta Vigo, e 36 in Champions League. Il classe 1996 è così sceso in campo sia contro il Celtic Glasgow che con il Lipsia.

Davvero troppo poco per un campione come Asensio, che non può essere per nulla soddisfatto dei suoi 43 minuti totali giocati. Il rapporto con Carlo Ancelotti non è dei migliori. L’addio al Real Madrid nel 2023 è praticamente certo. Il rinnovo, infatti, è sempre più lontano.

Non ci sono davvero alternative ad una separazione, che si sarebbe dovuta concretizzare durante l’estate ma così non è stato. Fichajes.net non ha dubbi in merito ai motivi che hanno portato Asensio a rimanere nella Capitale spagnola: non ci sarebbe stato una squadra, infatti, che ha presentato un’offerta concreta per il giocatore classe 1996 al Real Madrid.

L’interesse del Milan, così come quello dell’Arsenal, viene confermato ma una trattativa con i Blancos non ha mai avuto inizio. Il Real valutava il suo giocatore sui 25/30 milioni di euro, nonostante il contratto in scadenza il prossimo 30 giugno.

Spesa enorme

Ora il rischio di perderlo a zero è davvero concreto. Difficile, infatti, che Asensio decida di lasciare la Spagna già a gennaio. Il Mondiale tra novembre e dicembre, prima del calciomercato, non spinge i calciatori ad accelerare le operazioni e liberarsi a zero, si sa, porta innumerevoli vantaggi economici. I contratti possono essere più ricchi e poi c’è il famoso bonus alla firma, che inevitabilmente fa gola a tutti.

Bonus alla firma, che secondo il portale, sarebbe un’idea anche di Asensio e del suo nuovo entourage. Nei giorni scorsi si parlava di una cifra sui 20/25 milioni di euro, ai quali chiaramente andrebbe aggiunto uno stipendio da almeno 7 milioni di euro netti a stagione. Un investimento importante, lontano dall’idea di un affare a zero. Le squadre, Milan compreso, dunque, rifletteranno per bene prima di affrontare una spesa del genere.