Da Leao a Pioli: Milan, il piano per 5 rinnovi

Il Milan si muove sul fronte rinnovi: l’obiettivo della nuova proprietà è quello di blindare nei prossimi mesi tutti gli elementi importanti.

Comincia a carburare il progetto RedBird Capital. Il fondo statunitense che detiene il controllo del Milan ha diversi obiettivi da perseguire, per il bene del club rossonero.

Rafa Leao e Stefano Pioli (©ANSA foto)

Si sta già lavorando molto bene sul piano commerciale, con alcune partnership nuove di zecca già stipulate, oltre all’intenzione di aumentare gli introiti dal main sponsor.

Ma un altro sforzo che Gerry Cardinale dovrà mettere in atto riguarda i rinnovi contrattuali. Un cruccio sempre imponente in casa Milan, viste le situazioni limite degli scorsi anni.

Non solo Leao: tutte le situazioni da affrontare sul fronte rinnovi

Ovviamente tiene banco la questione Rafael Leao. Il portoghese è il cruccio numero uno per quanto riguarda i rinnovi, ma la situazione verrà gestita a parte, con incontri informali e tentativi studiati a tavolino per evitare di perderlo nella prossima finestra di calciomercato.

Altri 4 rinnovi saranno invece presto discussi da Cardinale e compagnia. Secondo la Gazzetta dello Sport, durante la sosta per il Mondiale si dialogherà con Pierre Kalulu e Ismael Bennacer per adeguare e prolungare i rispettivi accordi. Il cambio di agente da parte del difensore francese è un ottimo segnale in tal senso.

Pierre Kalulu
Pierre Kalulu (©LaPresse)

A fine stagione invece verranno discussi altri due rinnovi. In primis quello di mister Stefano Pioli, che attualmente è in scadenza proprio a giugno 2023. Al momento non sembrano esserci problemi o dubbi riguardo alla permanenza del tecnico emiliano, visti i grandi risultati ottenuti.

Da valutare anche quello di Olivier Giroud. L’attaccante francese classe ’86 potrebbe prolungare per un’altra stagione. Ma tutto dipenderà da motivazioni e condizioni atletiche, anche queste da valutare non prima del termine della stagione in corso.