Milan, rinnovo bloccato: “Discorso in alto mare”

La situazione non è migliorata in queste settimane e rimangono le stesse problematiche iniziali: serve una svolta in breve tempo

Domani sera il Milan si gioca tanto contro il Salisburgo. Ottenere un risultato positivo significherebbe aggiudicarsi gli ottavi di finale di Champions League, e quindi anche degli introiti importanti.

Maldini Paolo
Paolo Maldini (©LaPresse)

Qualche entrata in più nelle casse del club permetterebbe di affrontare alcuni discorsi in maniera più decisa, soprattutto uno che al momento è, come spiega il Corriere dello Sport, “in alto mare”. Ci si riferisce ai colloqui per il rinnovo del contratto di Rafael Leao, che non hanno subito accelerate positive fino ad ora e che rischiano di complicarsi man mano che il tempo passa.

L’edizione odierna del quotidiano romano riporta: “Il Milan sta provando a trovare l’accordo con gli agenti del giocatore per rinnovare il contratto. Maldini e Massara sono fiduciosi ma il tentativo di estendere il contratto di Leao prima del Mondiale si fa sempre più difficile. Tra dodici giorni si concluderà la prima parte del campionato per permettere ai giocatori di unirsi alle varie nazionali per il Mondiale, e fino ad ora non ci sono stati passi avanti concreti sul prolungamento di Rafa”.

Leao, il risarcimento allo Sporting rimane un ostacolo

Situazione che quindi non si sblocca, con il contratto del portoghese che è in scadenza nel 2024 e questo in estate diventerà un problema. Il Corriere dello Sport spiega poi la problematica che continua a non facilitare l’accordo: “La difficoltà maggiore resta il risarcimento allo Sporting di sedici milioni, oltre a un ingaggio importante da sette milioni netti a stagione”.