Tomori esalta il compagno: “Non ha ancora capito le sue reali potenzialità”

Le dichiarazioni del difensore inglese sull’attaccante portoghese ma non solo. Ecco le parole del calciatori ai microfoni di ‘StarCasinòSport’

Fikayo Tomori è stato protagonista di un’intervista a ‘StarCasinòSport’. Il difensore, che ha sposato il progetto del Milan, per vincere ancora, ha parlato di tanti argomenti. Dagli obiettivi in maglia rossonera a Pioli e Leao.

Fikayo Tomori
Fikayo Tomori (©LaPresse)

Sono particolarmente interessanti proprio le dichiarazioni sul compagno: “Rafa è il giocatore che mi ha sorpreso di più – ha ammesso Tomori -, è così forte che nemmeno lui ha ancora capito le sue reali potenzialità”.

Con l’inglese torna un vecchio paragone: “Chi è il tuo idolo? Thierry Henry – prosegue Tomori -, era diverso, giocava con i guanti e i calzettoni sopra il ginocchio. Rivedo un po’ della sua classe in Rafael Leao”. Era stato Stefano Pioli, una conferenza stampa, ad accostato l’attaccante portoghese a quello francese. Un paragone, dunque, che trova d’accordo Tomori.

L’obiettivo, chiaramente, è quello di alzare al cielo nuovi trofei, con Pioli in panchina: “Vincere lo scudetto della seconda stella e la Champions League. Il mister? Riceviamo tanto aiuto dal tecnico, dallo staff, da Maldini, da Massara e dai tifosi. C’è un ottimo feeling: andiamo avanti tutti insieme. Questo per me, come giocatore, è l’ideale”.

Tomori in Serie A si è dovuto confrontare con diversi attaccanti. Non ha dubbi su chi siano i più difficili da affrontare: “Lautaro perché individua molti movimenti diversi per metterti in difficoltà, Abraham, perché mi conosce molto bene e da tanto tempo, e Vlahovic, perché con la sua struttura fisica è difficile da affrontare”.