“Leao, firma nulla”: Milan, il retroscena del giornalista

Una nuova indiscrezione sul futuro di Rafael Leao, arrivata dal noto giornalista che ha spiegato la complicatissima situazione.

Il cruccio maggiore in casa Milan, di cui si discute e si parla praticamente tutti i giorni, è sicuramente il futuro di carriera di Rafael Leao. Ovvero la stella della squadra di Stefano Pioli.

Preoccupa la situazione contrattuale di Leao. Scadenza di contratto a giugno 2024, stipendio ancora non ai livelli desiderati e richieste altissime per rinnovare e prolungare.

Jorge Mendes, agente di Leao, pretende almeno 7-8 milioni all’anno per blindare il talento portoghese, che rischia dunque di essere messo sul mercato per impossibilità a procedere.

Sempre riguardo tale situazione annosa, è intervenuto Franco Ordine. Il noto cronista, molto addentro alle cronache Milan, ha rivelato un retroscena proprio sulla procura del portoghese.

Ordine sulla procura di Leao: “Firma con un avvocato francese, ma Mendes non è d’accordo”

Oggi, intervenuto al podcast di Radio Rossonera, Ordine ha svelato i reali problemi su Leao. Il Milan è preoccupato per questioni delicate riguardo alla sua procura.

“La situazione di Leao è complessa per questo motivo: ufficialmente Leao ha firmato una procura all’avvocato parigino Dimvula, che è stato scelto da papà Antonio. Questa firma che ha la scadenza al 2024 viene considerata nulla da Jorge Mendes, il precedente procuratore di Leao, colui il quale gli aveva consigliato di lasciare di corsa lo Sporting Lisbona e lo aveva trasferito al Lille, e successivamente dal Lille al Milan. Nelle pause tra la scadenza di Jorge Mendes iniziale e quella successiva il papà di Leao si è inserito nella vicenda e ha scelto come procuratore questo avvocato parigino. Jorge Mendes oggi sostiene che la firma di Leao che concede l’esclusiva della procura all’avvocato parigino è fasulla”.

Jorge Mendes
Jorge Mendes (©LaPresse)

Una diatriba che rischia di rendere un caos il futuro di Leao al Milan: “Qualora la famiglia Leao dovessero sottoscrivere un nuovo contratto con la procura esclusiva dell’avvocato parigino, Mendes si rivolgerebbe all’autorità giudiziaria per dichiarare illegittima quella firma e quindi non valido quel contratto. Una sorta di minaccia che sa di Spada di Damocle sulla testa della famiglia Leao”.

Da una parte i parenti di Leao, dall’altra il potente Jorge Mendes. Nel mezzo un Milan che spera di andare a dama sul rinnovo, ma con questi ritmi e problemi appare tutto molto lungo e complicato.