Pioli: “Duro colpo, la sconfitta ci fa molto male. Non mi aspettavo questo calo”

Pioli nel post-partita di Milan-Inter ha commentato prestazione e risultato del derby che assegnava la Supercoppa Italiana 2022.

Dopo il trittico negativo Roma-Torino-Lecce, stasera a Riyad ci si aspettava una reazione da parte del Milan contro l’Inter. In palio in Arabia Saudita la Supercoppa Italiana. Ma la reazione non c’è stata: sconfitta 3-0 e trofeo ai nerazzurri.

Pioli Milan Inter
Le parole di Pioli dopo Milan-Inter – MilanLive.it

Stefano Pioli ha parlato così ai microfoni di Mediaset dopo la fine dell’atteso derby: «Primo tempo non all’altezza, troppi errori e la partita si è complicata. A inizio secondo tempo abbiamo provato a riaprirla, ma abbiamo fatto troppo poco».

Il mister prosegue la sua analisi così: «Non siamo abituati a commettere questi errori. Non stiamo vivendo il nostro migliore soprattutto a livello mentale, dobbiamo fare di più e meglio. Si riparte con l’unico modo che conosciamo, lavorare meglio per alzare il nostro livello. La sconfitta fa molto male, ma la stagione ci aspetta e dobbiamo tornare a giocare come sappiamo».

La squadra davvero deludente: «Non mi aspettavo questa prestazione, conosco i miei giocatori e mi aspetto sempre prestazioni positive. Ora fatichiamo a reagire a un errore e a rimanere squadra. Reagiamo individualmente e non collettivamente. Non siamo riusciti a reagire alle difficoltà delle partite».

Theo Hernandez: «Non parlerei di atteggiamento, in queste partite c’è. Non è giusto puntare il dito sui singoli. Dobbiamo trovare armonia e freschezza mentale per giocare il nostro calcio».

Tanti gol presi e pochi fatti in questo periodo: «Ci sono tante situazioni da sviluppare meglio. Abbiamo preso il secondo gol mentre eravamo messi bene a livello numero, ma non organizzati. Dobbiamo migliorare nel complesso. Conosco le qualità dei miei giocatori, avremo la forza di reagire».

Quanto manca Mike Maignan: «Abbiamo fatto fatica a girare palla. Non è questione di singolo portiere. Vero che Mike ha il calcio più lungo, però oggi serviva più movimento e dobbiamo migliorare».