IBRAHIMOVIC MILAN – Ibrahimovic ha fatto spaventare tutti i tifosi del Milan con l’intervista al ‘Vanity Fair’: “Quanto penso di giocare ancora? Tre anni al massimo. Devi smettere quando sei al top“.  Immediata la puntualizzazione dello svedese apparsa sul sito ufficiale del Milan: Non è mia intenzione smettere di giocare tra 3 anni, anche perché il mio contratto con il Milan scadrà solo nel 2014; inoltre, il mio passaggio al Barcellona nell’estate 2009 è stato voluto esclusivamente da me“( non da Mourinho come aveva fatto capire precedentemente). Ibra affronta anche altri argomenti e non esita a definirsi il giocatore più forte in circolazione: “”Se mi sento il giocatore più forte del mondo? Sì. Se non lo pensi, non esci al cento per cento. Per me secondo non esiste” . Decisa la sua risposta agli interisti arrabbiati per il suo passaggio in rossonero: “Primo: bisogna capire se sono arrabbiati davvero o lo fanno per politica. Secondo: se sei un vero tifoso sei contento di quello che ho fatto per Inter. Questo almeno è rimasto a me: un ricordo positivo. Attaccamento alla maglia? Quando sono andato dalla Juve all’Inter, allora? Anche quel passaggio non era semplice“. Semrpe sull’Inter commenta l’esultanza al suo goal nel derby:”Questa è emozione. Non puoi dire prima cosa farai, se ragioni così il tuo gioco è disturbato, devi lasciare libero l’istinto. Ma va bene così, non cerco approvazione, non voglio essere perfetto”. Lo svedese si pronuncia su un possibile arrivo di Balotelli:”Mario, che è un grandissimo calciatore, ha dimostrato di essere anche intelligente. Sarebbe bello per entrambi tornare a giocare insieme. Anche per i tifosi del Milan”. Sul Milan dice:”  “Sono veramente felice di far parte di questa società prestigiosa. Al Milan tutto è veramente organizzato, è una società fantastica dove ognuno lavora ogni giorno per rendere questo club ancora più grande ed organizzato”. Conferma  poi il pensiero espresso  durante la presentazione a S.Siro contro il Lecce :” Vogliamo vincere e vinceremo“.

Angelo Soldato