MILAN IBRA VAN BASTEN-Da settembre si continua a sentire una voce: Ibra
nuovo Van Basten. Non vogliamo considerarlo così, forse un remake , come per
un film o una canzone . Ricordiamoci tutti: Marco ha smesso di giocare a soli
28 anni, causa infortuni (ufficialmente nel 1995 a 30 anni) . Il cigno di
Utrecht , centravanti di tecnica eccezionale e nonostante la statura elevata ,
notevole eleganza e rapidità nei movimenti , coniugava la classe da
trequartista con la concretezza da vero cannoniere, destro , sinistro , gioco
aereo , di testa , unico. Ha dovuto rinunciare , forse nel periodo dove tutti i
calciatori raggiungono un’elevata maturità calcistica. Marco lascia , Zlatan
arriva circa alla stessa età. Si fanno entrambi conoscere nel calcio
che conta, in una scuola del calcio più importante d’europa, l‘Ajax. Non è
giusto dire chi sia più  forte, Marco ha dimostrato nella sua breve carriera di
essere Immenso,Zlatan ha come Marco un’elevata classe , più statico , forse
meno preciso,  più forte e irruento fisicamentte. Entrambi maestri nel tener
palla al piede e far salire la squadra, ma soprattutto entrambi sono decisivi.
Per Zlatan è arrivato il momento di esserlo in Europa, lui non deve
sostituire Marco , ma deve continuare  quello che ha lasciato e dimostrare
di essere proprio come Marco , Immenso.

Vincenzo Miluccio – www.milanlive.it