Delusione per Ibrahimovic per l'ennesimo fuorigioco

MILAN-ROMA, COMMENTO – Allegri deluso a bordo campo, uno 0-1 che non ci voleva proprio prima di Natale. Eppure Allegri l’aveva detto: “le partite pre natalizie sono strane” e questa lo è stata davvero. Il Milan ha lottato fin dal primo minuto, ha mantenuto un possesso palla costante durante tutto il primo tempo. Robinho, Ibrahimovic, Boateng.. grandi giocatori che, anche stasera, hanno cercato di sbloccare un risultato invece nefasto. Tutta la squadra voleva un bel regalo di Natale, ma d’altra parte, non può andare sempre tutto perfettamente. Ranieri ha saputo portare in campo una squadra convinta, anche se l’unico giallorosso ad essersi distinto è l’ex-Milan Borriello. Un gol che arriva dal cielo, più che dai piedi, ma che serve a sbloccare il risultato a favore della Roma che si galvanizza e riesce a controllare il resto della partita. La cosa che colpisce di più sono i numerosi fuorigioco (tutti si può dire) fischiati a Ibrahimovic. Tante occasioni ricevute e altrettante create ma niente di concludente. Il gioco si fa sempre più “gelato” oltre che per la temperatura, -10 a San Siro, anche nelle gambe dei rossoneri. Stanchi e sconsolati provano ancora, Allegri gioca anche la carta Ronaldinho, entrato al posto di Boateng appena a 5 minuti dalla fine, la solita beffa che non è servita nemmeno al pareggio. Dinho prova una sforbiciata dopo 20 secondi dall’ingresso, ma pressato da Burdisso non riesce a entrare in porta. Un Milan deluso per un rislutato negativo e inaspettato. La prestazione non è stata opaca, hanno giocato fin dal primo minuto e fino all’ultimo, eppure la Roma ha vinto. Solo due veri tiri in porta per i giallorossi: il gol di Borriello e la bordata da fuoriarea di De Rossi al 35esimo, parata da Abbiati che non è mai stato tirato in gioco fino a questo momento.

Forse il freddo, forse la testa della classifica assicurata indipendentemente dal risultato, forse la stanchezza di gambe e di spirito hanno giocato a sfavore della squadra italiana più forte di quest’anno. Quest’anno perchè ormai il campionato si congela davvero, insieme all’animo sconsolato dal risultato e al fisico raffreddato dal tempo. Aspetteremo il seguito per il post vacanze e che sia un rientro fruttuoso per Allegri e per tutti i suoi tifosi. La squadra c’è e ci sarà ancora di più a gennaio. Vogliono vincere tutto, parole di Ibrahimovic, e dal momento che “volere è potere” sarà più facile riuscirci davvero.

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it