CAGLIARI MILAN DONADONI ALLEGRI STRASSER- Partita delicata con numerose imprecisioni quella di oggi al Sant’Elia tra Cagliari e Milan. I Rossoneri fanno possesso e il Cagliari cerca le ripartenze. La squadra di Allegri si qualifca comunque campione d’inverno con un gran gol di Strasser ispirato da Cassano.

UOMO PARTITA MILANLIVE: Strasser

MILAN

ABBIATI 5,5: non è chiamato ad una grande prestazione per i pochi effettivi rischi corsi. Rischia di regalare il gol al Cagliari passando letteralmente il pallone a Nenè al 52′.

ANTONINI 6: galoppa sulla fascia, recupera e tenta anche il gol nel finale di gara, ma sbaglia troppi passaggi.

TH. SILVA 6,5: compie sempre interventi di classe anche se con qualche piccola imprecisione, ingabbia Nenè e Matri e fa ripartire il gioco.

BONERA 5,5: chiude bene e con carattere  ma spesso non riesce a rilanciare l’azione.

ABATE 6: gioca bene la fase difensiva ma soprattutto quella offensiva spingendosi in avanti e proponendo buoni cross.

GATTUSO 6: fa tanta pressione a centrocampo concedendo poco nonostante un evidente risentimento muscolare. Lazzari e Conti hanno il loro da fare nel contrastarlo. Al 57 ‘ viene sostituito da STRASSER 7: mostra sobito una grande mobilità e una notevole volontà di far bene. Regala con un gran diagonale il gol partita al Milan.

AMBROSINI 5,5: cerca di impostare alla maniera di Pirlo, fa filtro, cerca di servire l’attacco ma risulta spesso impreciso.

SEEDORF 6: occupa con carattere il vertice basso di centrocampo, taglia spesso e cerca di ispirare Pato. Sbaglia spesso passaggi decisivi.

MERKEL 6,5: mostra grande personalità, velocità ed intelligenza tattica. Da trequartista, interpreta con grande personalità il ruolo, regalando palloni interessanti ai compagni. Dal 73’ viene sostituito da CASSANO 6,5: inizia la sua avventura Rossonera nel migliore dei modi con grandi assist e quello decisivo per Strasser nel gol del Milan.

ROBINHO 5,5: ha sempre un’ottima tecnica e capacità d’inserirsi ma risulta poco incisivo sbagliando più volte l’appuntamento col gol.

PATO 6: rientra dopo l’infortunio e fa il possibile smarcandosi e cercando il gol personale.

ALLEGRI 6,5: fa le giuste scelte e nonostante gli infortuni plasma un Milan più che competitivo.

CAGLIARI

AGAZZI 6,5: sempre pronto, compie due grandi interventi, prima su Robinho e poi su Pato. Non può nulla sul gol di Strasser.

PISANO 5,5: parte in sordina ma recupera  coraggio con il passare dei minuti chiudendo bene e provando a lanciare in avanti la squadra.

CANINI 6: organizza un’ottima fase difensiva, in chiusura su Pato e Robinho. Colpisce un gran palo su colpo di testa al 31′.

ASTORI 6: crea seri problemi a Pato e Robinho. Chiude bene e non commette sbavature.

AGOSTINI 7: tiene palla con carattere e fa una miriade di cross. Pato da lui non passa, dato che non gli concede neppure un centimetro. Guadagna campo con lo scorrere della partita e prova anche la conclusione a rete.

NAINGOLLAN 5,5: Solito buon lavoro in fase di interdizione, ma non incide più di tanto.

CONTI 6,5: crea delle belle geometrie, fa filtro e fa ripartire la sua squadra.

LAZZARI 6: è bravo tecnicamente, forte del suo sinistro e da spinta ma non crea i giusti pericoli. Dal 47′ sostituito da BIONDINI 6: ha un buon impatto sulla partita e buone idee, specialmente sulla fascia destra dove mette in mezzo dei bei palloni.

COSSU 5,5: delude decisamente nel primo tempo non gestendo l’azione offensiva. Cresce nella ripresa cercando più volte il gol.

NENE’ 5appoggia ma non sfonda, girando spesso a vuoto. Non riesce mai a rendersi pericoloso, sprecando un gol facile su regalo di Abbiati al 52′.

MATRI 5,5: mobile, lotta, ma ha pochi spazi a disposizione. Non riesce a trovare il gol. Dall’84’ sostituito da AQUAFRESCA s.v.

DONADONI 6: fa le giuste scelte e il suo Cagliari gioca con un buon ritmo, ma non basta. Il risultato non lo premia.

Edgardo Serio – www.milanlive.it