MILAN, SI AVVICNA IL MOMENTO DI RIDISCUTERE I CONTRATTI – Se ne parlerà in concreto soltanto a fine maggio, ma le sensazioni su chi potrebbe restare e chi invece farà la valigia sono già indicative. Ad inizio stagione Adriano Galliani aveva indicato aprile come mese buono per iniziare a discutere con i giocatori a fine contretto, ma un campionato al cardipalmo ha costratto il direttivo rossonero a posticipare le trattative. Qualche indicazione però trapela, come per esempio la volontà della società di trattenere Nesta ancora per una stagione, nonostante qualche incomprensione recente sul decurtamento dell’ingaggio. Altro nome caldo e che quasi certamente rimarrà un’altra stagione a Milanello è quello di Van Bommel, caldeggiato dall’allenatore rossonero Allegri che lo considera fondamentale anche per il prossimo anno. Un altro olandese invece ha meno chance di rimanere ed è Seedorf, nonostante un ottimo finale di campionato. Il numero 10 rossonero è tentato da un’esperienza all’estero (Brasile o Turchia). Sempre in ribasso le quotazioni di Pirlo che, fra quelli in scadenza, ha l’ingaggio più elevato di tutti e con Allegri ha perso di imprescindibilità rispetto al Milan di Ancelotti. Su di lui c’è soprattutto la Juventus, ma occhio a Inter e Roma, senza escludere qualche big inglese. Da valutare la situazione di Ambrosini che potrebbe accettare anche una importante riduazione dell’ingaggio pur di restare mentre Amelia quasi sicuramente non verrà riscattato. Inzaghi infine resterà un’altra stagione in rossonero con l’obbiettivo di riagguantare Raul in testa alla classifica dei migliori bomber europei.

Pierluigi Cascianelli – www.milanlive.it