Milan, Allegri sogna Hamsik, Berlusconi vuole Pastore

Milan: il colpo in canna

MILAN, SI ACCENDE IL MERCATO IN ENTRATA – La priorità sui rinnovi contrattuali non frena le prospettive in entrata del mercato del Milan. Il club rossonero un colpo a sensazione lo farà sicuramente: l’ha promesso il presidente Silvio Berlusconi, ne ha parlato pochi giorni fa anche il “deux ex machina” dei trasferimenti, ovvero Mino Raiola che di colpi importanti se ne intende parecchio. L’identikit del campione che potrebbe arrivare comincia a delinearsi anche se i nomi rimangono top secret e la società fa giustamente pretattica. E’ tornata la strategia di qualche anno fa (apprezzatissima dai tifosi), vale a dire muoversi in silenzio e di sorpresa, politica che nella passata stagione è risultata assolutamente determinante per gli arrivi di Ibra e Robinho. Poche indicazioni quindi per capire i movimenti rossoneri ma qualcosa trapela. Per esempio che il giocatore ideale di Allegri e i suoi progetti tattici sarebbe Marek Hamsik, trequartista del Napoli, abilissimo negli inserimenti senza palla. Una sorta di Boateng meno arrembante fisicamente ma più tecnico e qualitativo. Più raffinata e creativa la pista che porta ad Javier Pastore, da molti indicato come il nuovo Kakà e molto apprezzato da Berlusconi. Ieri sera Allegri, Galliani e il numero uno rossonero hanno cenato insieme e pare che proprio il nome di Pastore sia stato al centro di molte discussioni tattiche del Milan che verrà.

Pierluigi Cascianelli – www.milanlive.it