Un trofeo ricco di sentimenti e ricordi

MILAN, BERLUSCONI E IL MERCATO ROSSONERO – Il Trofeo Luigi Berlusconi è solo un’amichevole, un allenamento in campo contro una grande squadra che cercherà di tenere il passo durante tutto il campionato; una prova da superare nella quale i rossoneri sono stati promossi a pieni voti nonostante le assenze e gli inciampi dovuti agli infortuni serali. Tra conferme e scoperte la squadra si è mostrata ai massimi livelli già all’alba dell’inizio del Campionato. Sarà stata la presenza del Presidente Silvio Berlusconi forse ma nessuno si è fatto trovare impreparato. Un trofeo che per il presidente stesso: “Ha un valore sentimentale, è il Trofeo dedicato a mio padre, un grande tifoso milanista. Principalmente è una questione di cuore”. Berlusconi ha risposto a parecchie domande dei giornalisti presenti, si è parlato tanto di mercato, con la conferma delle voci su Aquilani: “Allegri ne è entusiasta” e del fatto che Cassano “resterà al 100%”. Non sarebbe potuta mancare la domanda in riferimento al caso Kakà e Berlusconi ha confermato l’affetto di tutta la società per questo grande giocatore: “Nutriamo molto affetto per Kakà, ne ho parlato con Galliani ma ha detto che sarà molto difficile un suo reintegro in squadra, questione di costi. In ogni caso qualora si riscontrassero le possibilità ci piacerebbe che chiudesse la sua carriera con noi”. Domanda a bruciapelo anche su Ibrahimovic: se offrissero 50 milioni per lo svedese lo vendereste? “Ibra non si vende, il mercato in uscita è chiuso”.

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it