Gianni Rivera, (Alessandria, 18 agosto 1943)

SCIOPERO | PARLA GIANNI RIVERA – Alla notizia che ha sconvolto l’intero mondo calcistico italiano e non, hanno fatto eco molte dichiarazioni, una di queste è quella rilasciata ai microfoni di Radio Kiss Kiss Napoli: “Lo sciopero è abbastanza incomprensibile, soprattutto se le motivazioni sono quelle che sono state comunicate, mi sembra davvero troppo poco. E’ chiaro che, parlando di accordi collettivi e di contratti, bisognava poi capire sul piano materiale cosa poteva comportare per i calciatori giocare senza un contratto che li garantisse.”

L’ex centrocampista rossonero ha inoltre aggiunto: “Notiamo cosa avviene nel nostro Paese e non c’é da meravigliarsi che tutto sia in discussione da quando il dio danaro ha iniziato ad impossessarsi della vita quotidiana di tutti noi la situazione è peggiorata. E’ un fatto che tutti riconoscono ma, alla fine, nessuno fa un passo indietro. Ma va aggiunto: senza contratto e senza accordo, se un calciatore si fosse fatto male cosa sarebbe successo? Continuo comunque a sostenere che incomprensibile la motivazione che ha spinto i calciatori a fare questa scelta. Forse ci sono altre motivazioni dietro, guerre personali o di categoria. Ma ho l’impressione che andando avanti così possa avere il sopravvento quella categoria di persone che sono nel mondo del calcio ma che del calcio non sono molto interessate”

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it