MILAN INZAGHI CHAMPIONS – Un’esclusione che ha destato scalpore quella di Pippo Inzaghi dalla lista Champions League. In molti si sono interrogati sul perché di questa scelta dolorosa fra cui anche il noto editorialista della Gazzetta dello Sport, Umberto Zapelloni: “Che senso ha tenerlo in rosa – si domanda il giornalista della Rosea – se poi non lo si sfrutta là dove fa più male agli avversari (Mourinho, do you remember?)? Che senso ha convocare solo 4 attaccanti tagliando l’altra unica vera prima punta della rosa? Che senso ha se proprio non ci si fida di Inzaghi bocciare anche il giovane El Shaarawy?”. Zapelloni prosegue: “Pippo dovrebbe rassegnarsi? No. Perché a 38 anni e andando avanti a bresaola, biscottini plasmon e lavoro folle in campo, può ancora sognare un posto nella seconda parte della stagione quando i suoi gol potranno essere più pesanti”. Infine un sms all’allenatore Allegri: “Pippo, che di gol ne ha festeggiati pure in finale, lo sa bene. Basta aver pazienza e non mollare. Come ha sempre fatto, anche dopo l’infortunio bastardo dell’anno scorso. Per Allegri non sarà facile toglierlo di mezzo”.

La redazione di Milanlive.it