Milan » Milan News » Milan, i rossoneri gongolano, la Svezia “non vuole più” Ibra…

Milan, i rossoneri gongolano, la Svezia “non vuole più” Ibra…

MILAN IBRAHIMOVIC – La roboante prestazione di Zlatan Ibrahimovic contro il Palermo ha tranquillizzato Allegri e tutto l’ambiente rossonero: una pennellata d’autore per Robinho, tanto movimento e un sorriso in parte ritrovato. Lo svedese è stato il migliore in una partita che ha visto eccellere tutti e 14 i giocatori impegnati, escluso forse l’inoperoso Abbiati. Che sia stato il Maalox somministrato da Allegri (in senso figurato sia chiaro) o il ritorno dell’amico Robinho, o probabilmente solo l’immenso “Ego” di Ibra che non ci sta a passare per il deboluccio di turno. Il problema in ogni caso sembra risolto e la dirigenza rossonera può dormire sonni tranquilli. Chi non riposa in pace è Erik Hamren, selezionatore della Nazionale svedese. Nonostante la gioia per la recente qualificazione agli europei dopo il 3-2 rifilato all’Olanda (Svezia classificata come miglior seconda), brucia la defezione di Ibra. La decisione di rientrare a Milano ed abbandonare la squadra da lui capitanata è stata accettata, ma mal digerita. Ma non è che Zlatan sia stufo della Svezia? Questo circola da un po’ di giorni ed era quello che sospettava già da tempo quel furbetto di Galliani. Il diretto interessato si dichiara fiero di vestire la casacca giallo-blu, nonostante il suo sangue sia una macedonia di etnie. La mancanza di stimoli di cui parlava il gigante di Malmö potrebbe riguardare proprio il suo rapporto con la Nazionale, con la quale non ha mai vinto nulla e difficilmente potrà trionfare. Le altre stelle del gruppo sono Rosenberg e Kallstrom, non più Brolin-Larsson o il mitico Gre-No-Li… Ibra stanco della Svezia, ma anche Svezia stanca di Ibra. Secondo un sondaggio il 40% dei suoi connazionali ritiene che non serva più. Va bene gongolare per la qualificazione da Ibra-indipendenti, ma preferire Pontus Wernbloom (non ce ne voglia la punta dell’Az) al Signore del Taekwondo suona blasfemo. La Milano rossonera si gode il campione ritrovato (se mai si fosse smarrito) e la Svezia attende le scelte del suo capitano: agli Europei ci sarà, del doman non v’è certezza.

Davide Capogrossi – Milanlive.it