Milan » Milan News » Fiorentina-Milan, conferenza stampa di Allegri: Fiorentina più importante del Barcellona

Fiorentina-Milan, conferenza stampa di Allegri: Fiorentina più importante del Barcellona

FIORENTINA MILAN – Conferenza stampa di Massimiliano Allegri alla vigilia del match contro la Fiorentina, in programma domani sera all’Artemio Franchi. Di seguito le dichiarazioni più importanti dell’allenatore rossonero.

SULLA SFIDA CON LA VIOLA – “E’ difficile, lo conosco bene, ma in questo momento indipendentemente da tutto, che Jovetic ci sia o meno, dobbiamo scendere in campo sapendo che i viola hanno ritrovato l’entusiasmo. Loro la metteranno sul piano della corsa e cercheranno di concederci poco tatticamente. Sarà dura. Ma noi stiamo bene e vogliamo ripartire alla grande perché dobbiamo puntare alla vetta. Poi penseremo al Barcellona. Non terrò in considerazione la partita con i catalani in Champions, anche se in ballo c’è il primo posto tra due dei club più prestigiosi. Sarà una serata di gala“.

SULLA PROBABILE FORMAZIONI – “Pato? E’ fermo da due mesi, avrà bisogno di un po’ di tempo per ritrovare la condizione ottimale in partita anche se si è allenato bene. Ci ha dato dentro, non credo che abbia timori riverenziali nonostante gli infortuni, ha una voglia pazzesca. E poi ci servono i suoi gol. Mark non ha partecipato alla partitella. Poi devo valutare Emanuelson. Le soluzioni possono essere Urby o Seedorf trequartista o, ancora, Seedorf mezzala. Aquilani domani gioca. Ibra? Intoccabile; mentalmente è sereno e lo ha dimostrato nell’ultima partita“.

SUL MERCATO – “Parlare ora di mercato è difficile, mancano 40 giorni al 1° gennaio. In questo momento magari ho bisogno di una seconda punta, tra qualche tempo chissà avrò bisogno di un altro tipo di giocatore. Io spero di arrivare a gennaio e non avere bisogno di nessuno, significherebbe che tutti stanno bene. Se non sarà così valuteremo con la società i giocatori funzionali a questa squadra“.

VITTORIA NECESSARIA
– “Mi piacerebbe conquistare 18 punti, nelle prossime sei partite di campionato, ma scherzo; riuscirci è davvero difficile. Noi quando vinciamo esibiamo anche bel gioco, ma ci sono gare in cui si può giocare male e vincere; beh queste sono le partite che ti fanno vincere un campionato“.

La redazione di Milanlive.it