Milan » Milan News » 13^ Giornata Serie A, Milan-Chievo 4-0: voti e pagelle del match

13^ Giornata Serie A, Milan-Chievo 4-0: voti e pagelle del match

La gioia di Thiago Silva e Ibrahimovic !

VOTI E PAGELLE 13^ GIORNATA SERIE A | Risultato finale: Milan – Chievo 4 – 0

MILAN (4-3-1-2): Amelia; Abate, T.Silva, Yepes, Antonini; Aquilani, Van Bommel, Nocerino; Boateng; Pato, Ibrahimovic. All.: Allegri
A disposizione: Roma, Bonera, Ambrosini, Emanuelson, Seedorf, El Shaarawy, Robinho.

CHIEVO (4-4-2): Sorrentino; Frey, Cesar, Mandelli, Jokic; Luciano, Rigoni, Bradley, Sammarco; Thereau, Pellissier. All.: Di Carlo
A disposizione: Puggioni, Acerbi, Andreolli, Vacek, Hetemaj, Moscardelli, Paloschi.

Marcatori:Thiago Silva (8′); Ibrahimovic (16′, 44′ R.); Pato (32′).
Ammoniti:
Luciano (Chievo).
Espulsi: nessuno.

UOMO PARTITA MILANLIVE: MARK VAN BOMMEL & ZLATAN IBRAHIMOVIC !!

VOTI E PAGELLE DEI ROSSONERI FIRMATE DALLA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

AMELIA 6: Impegnato solo in un occasione, con un tiro ravvicinato di Pellissier che l’estremo difensore rossonero all’esordio stagionale respinge. Prima vittoria del Milan con il romano tra i pali nelle ultime due stagioni.

ABATE 6.5: Spinge con la solita voglia sulla destra ma non fa mai male agli avversari. Fenomenale nei recuperi difensivi in velocità, nelle prossime partite andrebbe messo l’autovelox nella sua zona di competenza.

T.SILVA 7.5: Una gioia immensa la sua prima partita con la fascia da capitano dopo 3 anni al Milan: gioia coronato dal primo gol stagionale di quello che ormai, a detta di tutti, è il miglior centrale del pianeta.

YEPES 6.5: Ordinaria amministrazione per il centrale colombiano che controlla sempre alla perfezione i giocatori che provano ad infastidirlo. Immenso ei suoi stacchi aerei, sempre puntuale nel lasciare in offside gli attaccanti in maglia gialla.

ANTONINI 6: Solita partita generosa del 77 rossonera che corre per 90 minuti avanti e indietro sulla sinistra. Grande personalità in ben due occasione quando tenta il tiro dal limite con scarsi risultati.

AQUILANI 7: Lampi di classe e fantasia in mezzo al campo. Delizia S.Siro con lanci al bacio per i compagni. Grande interpretazione del ruolo così come richiesto dal mister con lunghi tagli in mezzo senza palla. Rischia il gol già al terzo minuto con un grande inserimento da destra verso sinistra. Suo il passaggio centrale ad Ibrahimovic in occasione del 2 a 0.

VAN BOMMEL 7.5: La migliore prestazione stagionale in Serie A per l’olandese. Recupera tutti i palloni che si avvicinano ai suoi piedi e finalmente mette in campo una grandissima dinamicità che permette maggiore velocità all’azione.

NOCERINO 6: E’ il meno ispirato in mezzo al campo. Fa tanto movimento senza palla ma non viene quasi mai servito. La grande gestione di palla dei compagni lo mette un po’ in ombra per tutto il match.

BOATENG 6: Dei tre tenori li in avanti è il meno incisivo, si prende una partita di riposo dopo le fatiche di Champions contro il Barcellona. Se la squadra gioca così bene può anche permettersi di non brillare particolarmente. Dal 60esimo Emanuelson, voto 6.

PATO 6.5: Super Milan ma poco Pato: qualche spunto nello stretto e un gol fin troppo facile, forse il più semplice della sua carriera. Al 32° minuto dopo un tiro deviato di Aquilani, il brasiliano si trova il pallone a un metro che non può far altro che mettere in rete a porta vuota. Dal 31esimo El Shaarawy, voto 6.

IBRAHIMOVIC 7.5: Bum Bum Ibra ! Dopo 45 secondi prova il tiro e colpisce la traversa, dopo qualche minuto mette in porta Aquilani che non sfrutta l’occasione. Al 16° minuto ci pensa lui: dal limite dell’area riceve il pallone da Aquilani, e lo piazza sopra la testa di Sorrentino. E’ il 100esimo gol in Serie A ma a Ibrahimovic non bastano. Al 44esimo trasforma il rigore del 3-0. 101 Gol in 196 partite in Serie A: una media gol impressionante, e pensare che quando arrivò in Italia dissero che segnava troppi pochi gol. Dal 69esimo Robinho, voto 6.

ALL. ALLEGRI 7: Milan bello e vincente ancora una volta. Il merito è soprattutto suo che ha saputo ricreare un ambiente vincente e una squadra che gioca a calcio come quasi nessuno in Italia e come pochi in europa. Curiosa la frase che riferisce a Thiago Silva col Milan in vantaggio 3 a 0, dicendogli di abbassare i ritmi e andare più piano.

Giacomo Giuffridawww.Milanlive.it