Milan » Milan News » Champions League, V.Plzen-Milan 2-2: voti e pagelle del match

Champions League, V.Plzen-Milan 2-2: voti e pagelle del match

T.Silva - Robinho - Pato (in foto).

6^ GIORNATA FASE A GIRONI | CHAMPIONS LEAGUE – Risultato finale: Viktoria Plzen – Milan 2 – 2

Viktoria Plzen (4-2-3-1): Cech; Rajtoral, Cisovsky, Bystron, Lymbersky; Horvath, Jiracek; Petrzela, Kolar, Pilar; Bakos.
A disposizione: Pavlik, Reznik, Sevinsky, Fillo, Darida, Duris, Hora. All.: Vrba.

Milan (4-3-1-2): Amelia; De Sciglio, Bonera, Mexes, Taiwo; Nocerino, Ambrosini, Emanuelson; Seedorf; Robinho, Pato.
A disposizione: Roma, Abate, Thiago Silva, Boateng, Cristante, Innocenti, Ibrahimovic. All.: Allegri

Marcatori: Pato (47′); Robinho (47′); Bistron (89′); Duris (92′).
Ammoniti: Ambrosini; Duris; Darida.
Espulsi: nessuno.

UOMO PARTITA MILANLIVE: ROBINHO !!

VOTI E PAGELLE DEI ROSSONERI FIRMATE DALLA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

AMELIA 5.5: Se non fosse stato per gli ultimi 5 minuti di sonno generale, avrebbe chiuso la terza partita a reti inviolate. Non può nulla sui gol degli avversari che si erano resi pericolosi a metà del secondo tempo colpendo due pali a portiere battuto.

DE SCIGLIO 6: Un 6 di incoraggiamento per il giovane terzino destro che dimostri una buona personalità nel primo tempo, spingendosi in avanti spesso e volentieri anche tentando il tiro da fuori. Nel secondo tempo rimane di più nella propria metà campo ma resta un giovane su cui poter puntare. Avanti così.

BONERA 5: Partita mediocre che mette in mostra la sua insicurezza difensiva in certe occasioni di gioco. Non riesce quasi mai a dare la sicurezza che un centrale di difesa deve dare alla sua squadra.

MEXES 5.5: Esordio da titolare per il biondo Philippe che gioca un primo tempo positivo ma che viene cancellato dagli ultimi 5 minuti di gara: suoi gli errori in occasione dei due gol avversari, il primo con un rinvio errato, il secondo con un intervento in netto ritardo sull’attaccante avversario.

TAIWO 4.5: I giocatori da Milan sono altri. Purtroppo non riesce mai a fare qualcosa di concreto e utile per la squadra in zona offensiva, impacciato e tatticamente confuso in quella difensiva. Dal 90esimo ZAMBROTTA: s.v.

NOCERINO S.V.: Piccolo problema al flessore della gamba sinistra che lo costringe ad abbondare anzitempo il terreno di gioco. Dal 40esimo T. SILVA, voto 6: A centrocampo o in difesa gioca con la solita tranquillità che lo hanno consacrato il migliore di tutti. Le motivazioni per questa partita erano davvero poche ma lui gioca comunque una partita positiva.

AMBROSINI 6: Positiva la prestazione del capitano in mezzo al campo. Nel primo tempo gioca davanti la difesa e si becca subito un ammonizione. Nella seconda parte di gara si sposta nel vecchio ruolo che aveva con Carlo Ancelotti sul centro destra.

EMANUELSON 6-: Potrebbe fare molto di più, ma sicuramente gioca meglio delle ultime uscite.

SEEDORF 6: Primo tempo nel quale potrebbe recare maggiori pericoli in attacco ma gli attaccanti non lo appoggiano come si deve. Nel secondo tempo si sposta sul centro sinistra e crea maggiori pericoli anche se non riesce a segnare con un paio di tiri da fuori.

ROBINHO 6.5: Di gran lunga il più positivo in campo. Prova sempre a puntare l’uomo creando superiorità numerica. Suo l’assist di petto per Pato che sblocca la partita al 47esimo minuto. Scambio fra i due brasiliani che si ripete esattemente 30 secondi dopo con Pato che ricambia il favore e metto solo a porta vuota Robinho che non può far altro che segnare. Peccato per la mancata vittoria. Dall’81esimo CRISTANTE: s.v. Esordio in Champions league per Bryan Cristante, classe ’95: un giorno che il numero 34 rossonero non dimenticherà mai.

PATO 6-: Lampi del vero Pato solo in un paio di azioni nel secondo tempo. E’ vero che la partita mancava di motivazione ma lui doveva dimostrare di essere l’uomo decisivo del Milan anche in assenza di Ibrahimovic. Sblocca la partita al 47′ dribblando il portiere dopo il grande assist di Robinho: assist che ricambia al suo connazionale pochi secondi dopo in occasione del raddoppio. Suo l’errore a centrocampo che causa il primo gol del Viktoria Plzen.

ALL. ALLEGRI 6: Partita che non valeva ai fini della classifica ma che il Milan ha preso sottogamba per tutto il primo tempo, e sottovalutato negli ultimi 5 minuti. Calo di concentrazione che, anche in queste partite non deve accadere. Bisogna imparare da questi errori.

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it