Bologna-Milan, voti e pagelle Corriere dello Sport: per Pato e Rocchi stesso voto

BOLOGNA-MILAN VOTI PAGELLE – Di seguito trovate i voti e le pagelle firmati Corriere dello Sport della sfida Bologna-Milan. Ottima la prestazione di Diamanti e Di Vaio, entrambi in gol ieri pomeriggio, mentre disastrosa quella di Pato così come dell’arbitro Rocchi.

BOLOGNA
8 Diamanti – Non stupisce il lancio per il gol di Di Vaio (una prodezza), o il tiro su punizione interrotto da un braccio di Seedorf, forse nemmeno il gol di destro: tutto questo rientra nel suo repertorio. Sorprende invece il modo con cui interpreta la partita dal 1′ al 90′, giocando sempre per e con la squadra, difendendo quando c’è bisogno per poi ripartire in un attimo: è il segno di una nuova maturità finalmente raggiunta.
7,5 Di Vaio – Terzo gol nelle ultime tre gare. Dentro c’è tutto il suo calcio: intuito, sveltezza, tiro. Deve ringraziare Pioli che non l’ha mai mollato, ma soprattutto se stesso perchè è stato capace di ritrovarsi in un momento complicato della sua carriera.
7,5 Pioli (all.) – L’interpretazione tattica della sua squadra rasenta la perfezione. Il Bologna gioca la partita che il suo allenatore ha preparato in settimana.
6,5 Mudingayi – E’ il Boateng rossoblù per muscoli e determinazione. La differenza è la tecnica, anche se stavolta meglio il bolognese.
6,5 Perez – Ottimo il contributo dinamico che porta in campo.
6,5 Kone – Quantità tantissima, qualità un po’ meno.
6,5 Portanova – In certi momenti, vince il duello con Ibrahimovic.
6,5 Morleo – Ha fiato e corsa e non si risparmia.
6,5 Gillet – Senza colpe sui gol, è piazzato bene sui tiri di Boateng e Abate.
6,5 Crespo – Diventa coraggioso nella ripresa.
6 Casarini – Combatte e corre senza pause.
6 Taider – Nel finale il ragazzino ci mette dinamismo.
6 Ramirez – Potrebbe dare di più, ma anche lui, giocatore di talento, lotta insieme alla squadra.
6 Raggi – Sbaglia nei momenti decisivi, sui due gol (più sul secondo che sul primo) ed è un peccato perchè il resto della sua partita è davvero ben giocato, pieno di spunti incoraggianti.

MILAN
7 Ibrahimovic – Stavolta non è il massimo sul piano dello spettacolo, però incide nel gioco del Milan come sempre. Apre con la traversa, poi si procura il rigore e lo trasforma; forse ne provoca un altro (il tocco di mano di Morleo arriva sul suo cross).
6,5 Abate – Si sgancia di continuo, con forza e sveltezza. Ha un’agilità notevole che induce Pioli a spostare sulla sua fascia Diamanti, per consigliare al milanista di non attaccare troppo.
6,5 Bonera – Meglio, molto meglio, di Yepes che gli lascia il posto per infortunio. E’ decisiva una sua respinta su tiro a botta sicura di Di Vaio.
6,5 Seedorf – Il voto è legato in buona parte al gol, una saetta che il professore fa partire quasi da fermo.
6 Antonini – Limita i danni, ma non attacca quanto dovrebbe.
5,5 K.P. Boateng – Buono il suo primo tempo; cala, anzi, va proprio giù, nella ripresa.
5,5 Allegri (all.) – Non riesce a trovare le contromisure sul piano tattico. Tiene in campo Pato oltre il tempo lecito e inserisce Emanuelson al posto di Seedorf togliendo altra qualità.
5,5 Yepes – Soffre più di sempre.
5 Robinho – Svolazza e anche lontano dall’area…
5 Emanuelson – Non si capisce quale sia il suo compito in campo.
5 Van Bommel – Molto lento in avvìo, sbaglia movimento sul gol di Diamanti.
5 Aquilani – Inespressivo come raramente gli accade.
5 Thiago Silva – E’ la più grande sorpresa di questa partita: per trovare due suoi errori decisivi bisogna tornare ai tempi in cui giocava in Brasile. Ma una volta ogni cento può sbagliare anche il miglior centrale del mondo.
4,5 Amelia – Va giù lento sul palo di Di Vaio e la combina grossa sulla rete di Diamanti.
4 Pato – Non esiste. Mai.

L’arbitro
4 Rocchi – Un disastro totale col Bologna danneggiato.

La redazione di Milanlive.it