Milan » Milan News » Pre Cesena-Milan, Allegri: Sono arrabbiato, quando le cose vanno bene bisogna arrabbiarsi

Pre Cesena-Milan, Allegri: Sono arrabbiato, quando le cose vanno bene bisogna arrabbiarsi

PRE CESENA-MILAN, ALLEGRI – Si torna a pensare al Campionato, in vista della sfida sul campo del cesena ecco le parole di Mister Allegri: “Le motivazioni per labpartita di domani devono essere kebstesse che abbiamo avuti cin l’Arsenal, non dobbiamo sbagliare per affrontare la sfida xon la Juve, loro hanno Mutu e Iaquinta davanti che sono giocatori di medio alto livello. Nesta ha il ginocchio sofferente, ci sarà cin la Juve, Pato ha avutobun affaticamento muscolare e Boateng pure quindi non voglio rischiarli a Cesena in vista dello scontro diretto. Mexes ci sarà tra tre quattro giorni, Pato e Boateng sono sotto osservaziine e valuteremo. Sono molto bravi sulle ripartenze, hannobqualità davanti e in casa aggrediscono molto, dovremo fare una grande partita. Non sono stanchi, hanno giocati bene e si sono allenati bene, dobbiamo capire l’importanza della partita, ci vuoke equilibrio per giocare una partita importante e dobbiamo dimistrare serenità e maturità. Sono 22 anni che il Milan non vince a Cesena proveremo a sfatare questo mito. Penso giocherà Mesbah e non Antonini. E’ probabile che domani giocgi Ambrosini. Davanti devo ancora decidere. Muntari giocherà dal primo minuto. Credo che Ranieri abbia le capacitàndi risollevare l’Inter, sta attraversando un periodo difficile. Robinho contro l’Arsenal ha fatto la migliore prestazione di quest’anno, sta ritrovando la forma perfetta. Mi fa piacere che Emanuelson si stia mettendo a completa disposizione della squadra, sa stare in ogni ruolo e si sta imponendo, ha fatto sempre buone partite, è molto duttile, mercoledì ha giocato bene, perde pochi palloni e dà tranquillità agli altri, a Udine è stato ammazzato ma credo che sia stato fondamentale nei due gol. Nocerino sta giocando molto bene anche a destra perchè ultimamente a sinistra fa troppo la punta, sta facendo bene. Pato ieri dopo l’allenamento ha avuto un risentimento muscolare dovuto alle 4 settimane di stop, preferisco averlo a disposizione martedì quando riprendiamo. Non sono infastidito dalle dichiarazioni di Conte, non credo al condizionamento degli arbitri che sono molto bravi, le decisioni si compensano a fine anno, sono fiducioso nelle decisioni degli arbitri ci vuole equilibrio anche in questo, non c’è nulla da dire. Dobbiamo fare il possibile in tutte e tre le competizioni, ho 33 giocatori da gestire, non li ho tutti a disposizione ma con loro bisogna fare il possibile per vincere il più possibile. Mercoledì hanno affrontato la partita perfettamente. Quando parla il Presidente è un motivo di orgoglio, con lui ho un rapporto settimanale di confronto e io ho il dovere di dargli delle spiegazioni. Flamini sta facendo bene, Aquilani sta meglio, vedremo quando sarà pronto. Sono più arrabbiato del solito, quandonle cose vanno bene è giusto arrabbiarsi di più perchè altrimenti si rischia di lasciarsi prendere dall’euforia”

Arianna Forni, Direttore – www.milanlive.it