Milan » Milan News » 27^ Giornata Serie A, Milan-Lecce 2-0: voti e pagelle del match

27^ Giornata Serie A, Milan-Lecce 2-0: voti e pagelle del match

L'esultanza di "SUPER" Nocerino!

27^ GIORNATA SERIE A | GIRONE DI RITORNO -Risultato finale: Milan-Lecce 2-0

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Bonera, T.Silva, Antonini; Nocerino, Van Bommel, Muntari; Emanuelson; Robinho, Ibrahimovic.
A disposizione: Amelia, Yepes, Zambrotta, Mesbah, Ambrosini, El Shaarawy, Inzaghi. All.: Allegri.

LECCE (5-3-2): Benassi; Miglionico, Carrozzieri, Esposito, Oddo, Brivio; Blasi Giacomazzi, Bertolacci; Muriel, Bojinov.
A disposizione: Petrachi, Obodo, Di Matteo, Giandonato, Piatti, Corvia, Seferovic. All.: Palazzi.

Marcatori: Nocerino 7′; Ibrahimovic 65′.
Ammoniti: Carrozzieri, Ibrahimovic.
Espulsi: nessuno.

UOMO PARTITA MILANLIVE: ZLATAN IBRAHIMOVIC !!

VOTI E PAGELLE DEL MATCH FIRMATE DALLA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

MILAN
ABBIATI 6
: Quasi mai chiamato in causa dagli avversari eccetto che in un tiro da fuori di Bojinov che para in due tempi.

ABATE 6.5: Ritorna il padrone indiscusso della fascia destra: macina Kilometri e riesce ad incidere positivamente sulla manovra offensiva saltando sempre il diretto avversario tentando anche un paio di volta il tiro da fuori.

BONERA 7: Perfetto in ogni intervento e applausi dagli spalti, i primi della stagione, contro un avversario tosto come Muriel che ha nella velocità la sua caratteristica principale.

T.SILVA 7: Ordinaria amministrazione per il centrale brasiliano che chiude tutti gli spazi lasciati scoperti dai compagni. Magnifico in ogni chiusura che fa brillare gli occhi ai veri appassionati di calcio.

ANTONINI 6: Potrebbe fare molto di più in fase offensiva, attaccare maggiormente lo spazio e cercare più spesso il cross dal fondo di prima col sinistra, anche se non è il suo piede. Senza problemi la fase difensiva.

NOCERINO 7+: Straripante e sempre più decisivo per questa lunga lotta scudetto. Al 7′ sblocca il match con un destro di prima (deviato) su assist spettacolare al volo di Ibrahimovic. Nonostante la posizione di interno destro non sia la sua preferita gioca senza polemizzare e mette in campo tutto quello che ha in corpo! Al 62′ dopo la sostituzione di Muntari si riposiziona a sinistra, con Aquilani a destra e il Milan gioca e gestisce palla molto meglio. Le prossime partite saranno fondamentali per confermare questa impressione.

VAN BOMMEL 7: Non è certo la partita più difficile e impegnativa che abbia mai giocato in carriera, ma lui la affronta con il massimo della concentrazione. Dovrebbero prendere tutti esempio dalla sua serietà in campo e anche in certi episodi che gli vengono fischiati contro. Tatticamente perfetto anche in questa partita nella quale si conferma fondamentale nel suo ruolo.

MUNTARI 6: Nei primi 20 minuti sembra essere in grande spolvero come nelle ultime gare: tenta due volte il tiro da fuori e prova sempre la giocata sullo stretto con Robinho e Ibra dal limite dell’area senza riuscire a sfondare. Col passare dei minuti cala la tensione e la voglia di fare che alla lunga paga con la sostituzione. Dal 62esimo AQUILANI, voto 7: con lui in campo il Milan gestisce meglio la partita facendo girare molto meglio il pallone. Ora che il centrocampista romano è recuperato al 100% il mister (finalmente) avrà più alternative in mezzo al campo e maggiori occasioni di far riposare qualcuno.

EMANUELSON 6+: Nel primo tempo sembra un po’ fuori dal gioco ma fortunatamente la squadra non ne risente. Col passare dei minuti migliora la sua prestazione soprattutto in fase di non possesso quando riesce a mettere grandissima pressione ai portatori di palla avversari. Da sottolineare il grande assist di testa per il gol capolavoro del genio Ibrahimovic.

ROBINHO 6.5: Travolgente in certe situazioni quando gioca e duetta in velocità con i compagni provando anche la magia da fuori col destro alta di pochissimo. Il brasiliano però cala nettamente dopo la prima mezz’ora di gara: sbaglia spesso il controllo nelle azioni in contropiede pagando un po’ di stanchezza. Deve recuperare le energia e riacquistare la giusta lucidità nell’ultimo passaggio. Dal 78esimo EL SHAARAWY s.v.

La strana coppia.... sempre più decisiva!

IBRAHIMOVIC 7.5: L’ammonizione che riceve all’83esimo gli costa mezzo voto in pagella ma al di là di questo episodio, gioca e da spettacolo come solo lui in Italia sa fare. Ennesimo assist per Nocerino già al 7° minuto di gioco con un tocco al volo che il 22 rossonero scaraventa in rete con un tiro di prima. Riceve meno palloni in mezzo al campo rispetto alle ultime uscite in campionato perché si abbassa molto meno e questo permette ai compagni di essere maggiormente padroni del campo. Il punto esclamativo al match lo mette come sempre lui al 65′ con un tiro al volo sotto al sette da fuori: servito di testa Emanuelson che riceve un lancio di Robinho. Non c’era niente di meglio per chiudere ogni voce sulla lite tra lui e Allegri nel post Arsenal-Milan che sfoderare un’altra super prestazione.

ALL. ALLEGRI 7: Rappresenta in pieno lo stile Milan e alla lunga tutto esce fuori. +4 sulla Juve nonostante la miriade di assenza e gli innumerevoli impegni. Ogni volta mette la squadra in campo in maniera perfetta, poi i giocatori mettono del loro per deliziare la platea ottenendo spesso e volentieri il miglior risultato col minimo sforzo che col tempo e in una competizione a tappe come lo scudetto fa la differenza.

LECCE
| BENUSSI
voto: 6 |

| MIGLIONICO voto: 6 | CARROZZIERI voto: 5- (Dal 75′ GIANDONATO s.v.) | ESPOSITO voto: 5.5 |

| ODDO voto: 5 (Dal 45′ OBODO, 6) | BRIVIO voto: 5.5 |

| BLASI voto: 6 | GIACOMAZZI voto: 5.5 | BERTOLACCI voto: 5 (Dall’81’ DI MATTEO s.v.)|

| BOJINOV voto: 5.5 | MURIEL voto: 6- |

| ALL. COSMI (PALAZZI) voto: 6+ | Una squadra che per il gioco che fa e per la personalità che mette in campo non merita la classifica che ha.

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it