Milan » Milan News » 32^ Giornata Serie A, Chievo-Milan 0-1: voti e pagelle del match

32^ Giornata Serie A, Chievo-Milan 0-1: voti e pagelle del match

TURNO INFRASETTIMANALE SERIE A | 32a GIORNATA GIRONE DI RITORNO

Risultato Finale: Chievo-Milan O-1

CHIEVO (4-3-3): Sorrentino; Sardo, Dainelli, Acerbi, Frey; Sammarco, Bradley, Rigoni; Thereau, Pellisier, Paloschi. All.: Di Carlo.

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; De Sciglio, Nesta, Yepes, Zambrotta; Gattuso, Seedorf, Nocerino; Muntari; Robinho, Ibrahimovic.
A disposizione: Amelia, Mexes, Emanuelson, Strasser, Cassano, Maxi Lopez, El Shaarawy. All.: Allegri.
Squalificati: Bonera, Ambrosini, Aquilani.
Infortunati: Roma, Thiago Silva, Pato, Inzaghi, Mesbah, Boateng, Van Bommel, Abate, Antonini.

Marcatori: Muntari 8′.
Ammoniti: Sammarco, Dainelli, Muntari, Zambrotta, Sardo, Pellissier.
Espulsi: nessuno.

UOMO PARTITA MILANLIVE: ALESSANDRO NESTA !!

VOTI E PAGELLE DEL MATCH FIRMATE DALLA REDAZIONE DI MILANLIVE.IT

CHIEVO –

| SORRENTINO voto: 5 | 

| FREY voto: 6 | ACERBI voto: 6.5 | DAINELLI voto: 6 | SARDO voto: 5.5 (Dal 74′ CESAR 6) |

| SAMMARCO voto: 5.5 (Dal 65′ LUCIANO 6) | RIGONI voto: 6.5 | BRADLEY voto: 6.5 | 

| PALOSCHI voto: 6 (Dal 70′ CRUZADO 6.5)| PELLISSIER voto: 5.5 | THEREAU voto: 5 |

| ALL. DI CARLO voto: 7 |

MILAN – 

ABBIATI 6: Si fa male ad un dito del piede sinistro nel corso del primo tempo ma resiste e stringe i denti fino alla fine riuscendo anche ad essere decisivo su un tiro di Bradley nella ripresa.

DE SCIGLIO 6: Il giovane 20enne rossonero parte bene con grande coraggio avanzando spesso oltre la metà campo avversario ma si spegne a metà primo tempo come tutto il Milan, preferendone una fase difensiva più accurata che la spinta offensiva. Difende con qualche incertezza; soffre quando viene puntato nell’uno contro uno ma riesce a stare alto mantenendosi in linea con i compagni quando gli viene chiesto. Ha anche la personalità di andare alla conclusione in porta all’85’ purtroppo con scarsi risultati.

NESTA 7.5: E’ il migliore in campo nonostante non sia al massimo della forma a causa di un lieve accenno di febbre nel pre-partita e soprattutto dopo essere ritornato da un infortunio. Dirige la difesa come pochi al mondo riescono a fare e compie chiusure con una classe, una decisione ed una eleganza che a questa età lasciano a bocca aperta.

YEPES 7: E’ il padrone assoluto nel gioco aereo, non lascia nemmeno le briciole agli avversari;  rischia anche la faccia nel contrasto aereo con un avversario che gli causa la perdita di sangue dalla parte superiore del naso ma senza conseguenze gravi. Imbattibile di testa, sicuro negli interventi palla a terra è un muro per gli attaccanti avversari; ritorna da titolare dopo il grave infortunio che lo aveva tenuto fuori per un lungo periodo di tempo, dimostra di essere ancora utile alla causa rossonera.

ZAMBROTTA 5: In 90 e più minuti di gara effettua più lanci lunghi verso il vuoto, che passaggi rasoterra per i compagni. Manca di freschezza e agilità e per gli avversari è fin troppo semplice pressarlo alto portandolo all’errore. La scelta di schierarlo nell’undici titolare non è stata tecnica ma obbligata dalle assenze.

GATTUSO 6.5: Ritorna nell’undici titolare per la seconda volta in stagione (dopo la 2^ giornata di campionato) e mette tutto quello che ha sul terreno di gioco. Rincorre gli avversari e morde le caviglie a tutti; prova anche ad improvvisarsi attaccante cercando fortuna in fase offensiva. Lascia il campo per un risentimento al polpaccio destro. Dal 62′ EL SHAARAWY, voto 6.5: tralasciando il fatto che un fenomeno della sua classe e voglia di fare deve necessariamente partire dal primo minuto, appena entra in campo, il faraone rossonero aumenta la velocità e la pressione in mezzo al campo. Alla lunga i padroni di casa calano il ritmo e il Milan in contropiede prova a colpire ma non riesce a raddoppiare.

MUNTARI 7: Sigla dopo soli 8 minuti un gran gol con un sinistro di potenza da quasi 30 metri che il portiere dei veronesi vede con ritardo. Gol decisivo che decide il match e che da slancio e morale ai rossoneri. Al di la del gol il ghanese gioca con grande intensità e costanza in mezzo al campo, in ruolo non suo (davanti la difesa) che ricopre comunque con una naturalezza quasi inaspettata.

NOCERINO 6+: Ritorna nella sua posizione a sinistra e la differenza si vede subito; si sente più a suo agio e prova continuamente l’inserimento in area ma la squadra non lo accompagna come dovrebbe. Uno dei pochi che non si è mai riposato in stagione ma di partita in partita dimostra di non averne bisogno.

SEEDORF 5.5: Primo tempo da trequartista nel quale sbaglia tutti i palloni che tocca e non riesce a trovare la giusta posizione per far male agli avversari. Dopo il minuto 60 della ripresa si posiziona nei 3 di centrocampo e non la vede quasi mai e per assurdo è anche meglio; non riesce a liberarsi dal pressing avversario toccando pochissimo palloni senza quindi dare la qualità che serviva alla squadra. Dall’87’ STRASSER, voto 6.

ROBINHO 6: Primo tempo quasi del tutto anonimo se non fosse per un doppio passo dentro l’area col quale si beve 2 difensori, peccato per la conclusione troppo sul portiere che mette in calcio d’angolo. Nella ripresa ritorna a giocare sulla falsa riga del primo tempo e il mister pensa bene di sostituire, con la speranza che nelle prossime partite scenda in campo con maggiore decisione e cattiveria. Dal 68′ EMANUELSON, voto 6: si posiziona dietro le punte cercando di dare velocità ad inizio contropiede ma che lui e i compagni non riescono a concretizzare.

 

IBRAHIMOVIC 6: Non una grande partita per lo svedese che non riesce a far male alla difesa avversaria nonostante per gran parte della gara gli venga concesso molto più spazio. Riceve comunque pochi palloni a causa dell’imprecisione dei compagni che l’11 rossonero, eccetto sui calci piazzati avversari, non aiuta quasi mai.

ALL. ALLEGRI 6: Fa quasi tutto quello che dovrebbe fare con una lista infortunati che fa paura e quello che i suoi giocatori non danno in campo, lo mette lui dalla panchina.

Giacomo Giuffrida – www.Milanlive.it