CHIEVO MILAN ALLEGRI – “L’importanza della partita era altissima e sapevamo che in caso di mancata vittoria potevamo uscire definitivamente dalla lotta scudetto. I ragazzi sono stati bravi, non abbiamo giocato bene, ma è stata una prova di cuore e di voglia, a dimostrazione che questo è un gruppo di valori, non solo tecnici. Non voglio alibi però avevamo tanti giocatori in campo che non giocavano da tempo. Sono contento anche perché c’erano state delle critiche troppo eccessive, siamo caduti per la gioia di tanti ma sfortunatamente ci siamo rialzati. C’era una campagna mediatica in attesa della nostra sconfitta. Invece teniamo vivo il campionato, visto che dopo la sconfitta della Fiorentina si facevano già i funerali. Berlusconi? Io mi sento settimanalmente con lui, anche questa mattina, ma si ricama su questa cosa. Io non ho nessun problema con Berlusconi, lui crede a questo scudetto e la squadra ha dimostrato di crederci altrettanto”. Così ha parlato al termine della vittoria contro il Chievo l’allenatore del Milan, Allegri, intercettato da La Gazzetta dello Sport.

La redazione di Milanlive.it