CALCIOMERCATO MILAN / C’è un mercato legato ai giocatori svincolati e un altro che per forza di cose dovrà portare a Milanello dei big affinché la squadra possa rimanere al top non solo in campionato, ma anche in Europa, cercando di migliorare il quarto di finale raggiunto in questa stagione (in fondo Allegri prima della sfida con il Barcellona disse che il Milan sarebbe arrivato alla coppa nel giro di due anni). Nell’estate 2010 Galliani ha centrato grandissimi colpi, molti dei quali a prezzi stracciati – Ibrahimovic , Robinho e Boateng -, dodici mesi dopo, dovendo anche pagare lo svedese al Barcellona, la società rossonera ha applicato una strategia diversa, puntando ai parametri zero e a saldi di mercato (vedi Aquilani e Nocerino ), ricordando però che a gennaio 2011 erano arrivati giocatori come Van Bommel ,Cassano ed Emanuelson . Nel 2012? L’obiettivo numero uno è sempre quello di gennaio, ovvero Carlos Tevez . In porta molti cambiamenti avverranno nel 2013, in difesa dovrebbero esserci dei semplici ritocchi (soprattutto se Nesta dovesse rimanere), mentre a centrocampo arriveranno innanzitutto dei buoni giocatori a parametro zero. In attacco invece Adriano Galliani ha intenzione di piazzare l’acquisto a cinque stelle, ma questo potrebbe essere anche un desiderio di Silvio Berlusconi che da qualche settimana è tornato a ricoprire ufficialmente la carica di presidente (onorario) e probabilmente vorrà fare un regalo ai tifosi. Tevez è il nome in cima alla lista: Berlusconi bocciò l’acquisto a gennaio perché non voleva che fosse collegato alla cessione del “genero” Pato , ma se l’arrivo fosse svincolato e a buon prezzo, difficilmente si opporrebbe. Adesso l’Apache è tornato in auge al City, tant’è che il “Daily Star” ieri ha scritto che potrebbe anche rimanere a Manchester. Difficile che ciò avvenga, anche se a giugno la concorrenza rispetto a gennaio sarà molto più agguerrita. Ma se l’assalto a Tevez non dovesse ripartire su chi potrebbe puntare il Milan? Di certo qualcosa la dirigenza rossonera farà perché Pato non dà garanzie e Robinho è reduce da una stagione negativa (ed è corteggiato dal Santos). Impossibile pensare di puntare a campionato e Champions con i brasiliani in queste condizioni e con i soli Ibra, Cassano, El Shaarawy e Maxi Lopez (che andrà comunque riscattato). A Galliani piace molto Robin Van Persie , ma l’Arsenal non lo vuole lasciar andare e la concorrenza è comunque forte (lo stesso City e il Real Madrid). In uscita potrebbero esserciHiguain del Real e Suarez del Liverpool (anche qui le spagnole sono avvantaggiate, ma pure la Juventus), senza dimenticare un certo Balotelli , che però non convince pienamente Berlusconi.

Fabio Alberti – www.milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it