Milan » calciomercato milan » Calciomercato Milan, Colombo: Pista Qatar concreta, Allegri resterà fino a maggio, Guardiola? Pista aperta…

Calciomercato Milan, Colombo: Pista Qatar concreta, Allegri resterà fino a maggio, Guardiola? Pista aperta…

CALCIOMERCATO MILAN – Di seguito le principali dichiarazioni rilasciate dalla giornalista del Corriere della Sera Monica Colombo ai microfoni di SpazioMilan.it.

RUSSI E ARABI “Facciamo una distinzione tra russi e arabi. Coi primi ci può essere stato qualche contatto, legato al viaggio di Silvio Berlusconi a Mosca. Credo che il Cavaliere abbia fatto qualche tentativo nel dialogo con alcuni imprenditori, ma sono altrettanto convinta che ad oggi non ci sia nulla di concreto. Diverso è il discorso sul Qatar. Intanto sugli arabi non ci sono state smentite. Poi considero questa più calda anche solo per la possibile partnership tra Mediaset e Al Jazeera. Al momento non mi risultato passi avanti, ma starei attenta ad escludere sviluppi già nel corso di questa stagione”.

FUTURO DI ALLEGRI “Esonerato sabato in caso di sconfitta? No, perchè poi c’è la Champions col Malaga pochi giorni dopo. Se non ci saranno crolli verticali, Allegri resterà al Milan almeno fino a giugno. Non dimentichiamo, inoltre, che la società rossonera non è disposta a investire subito su un altro allenatore, dovendo garantire 10 milioni di euro lordi ad Allegri fino al 2014. Tassotti? Lui ha sposato in toto il progetto di Allegri. Con tutto il rispetto per l’uomo e per il professionista, mi domando quale possa essere la scossa allo spogliatoio con Tassotti allenatore”.

GUARDIOLA“E’ il pallino di Berlusconi, ma non basterà la bontà del progetto per convincerlo. Anche qui, consentimi di dire che per uno come Guardiola, che ha vinto tutto nel Barcellona, non penso si possa esaltare a venire ad allenare certi giocatori… Ci vorrebbe una campagna acquisti di primissimo livello. Ad ogni modo la pista è aperta, ne sentiremo ancora parlare“.

RITORNO DI IBRA“Credo che lui sia legato a quest’ambiente, ma sappiamo che lui non ha mai ceduto un centesimo del suo stipendio. Se il Milan l’ha ceduto per motivi economici, non vedo le condizioni per andarselo a riprendere“.

La redazione di Milanlive.it