Milan News San Siro- Già nel pre partita, quando le tv hanno inquadrato il viceallenatore Tassotti che lanciava sguardi perplessi ai ciuffetti d’erba e alla zone giallastre, si era capito che il terreno di gioco non era adeguato. Il campo di San Siro, insomma, sembrava tornato ai momenti brutti. Da quando, la scorsa estate era stato rifatto con il sistema misto di erba naturale rinforzata, le cose sembravano essere migliorate, ma ieri si è tornati a dover affrontare i soliti problemi. Sono ricomparse zone spelacchiate. Milan e Inter hanno profuso sforzi, ma il problema, almeno d’inverno, non pare risolvibile. Il terreno sottostante è quello che è, e la copertura fatta per Italia 90 ha accentuato le difficoltà del microclima. Allegri lo ha ammesso: «Il campo non era sicuramente bello». Pazzini è stato più esplicito: «Era peggio del solito. Con erba in alcune zone e senza erba in altre, e soprattutto duro sotto». Ambrosini l’ha presa con filosofia: «Perché, di solito vi sembra un prato bello?». Acerbi ha confermato: «Era peggio del solito, giocabile, ma un po’ ondulato. Sembrava che ci fosse troppa erba». Insomma, vanno trovate soluzioni al più presto.

Elmar Bergonzini-www.Milanlive.it