Milan » calciomercato milan » Calciomercato Milan, Raimondi è sicuro: Balotelli diventerà rossonero

Calciomercato Milan, Raimondi è sicuro: Balotelli diventerà rossonero

Milan News Mercato Balotelli-Claudio Raimondi, noto giornalista SportMediaset, ha parlato, in un’intervista in esclusiva a Il Vero Milanista.it, del mercato del Milan, ma anche di altri temi di stretta attualità nel calcio italiano:

 Cos’è venuto fuori dalla cena tra Galliani e Preziosi sull’asse Genoa-Milan?
Sono uscite idee per il futuro, un’ alleanza che si rinnova. Sicuramente tra i tanti nomi c’è Perin che a Pescara sta facendo molto bene  e credo sia il primo obiettivo del Milan. L’altro aspetto riguarda Kucka, ma data la precaria condizione di classifica del Genoa, il Grifone non può permettersi una mobilitazione di questo tipo in questo momento, quindi anche questo è un discorso per il futuro”.

Per la difesa si è fatto il nome di Santon. Può essere un’idea concreta?
Può essere concreta a patto che gli inglesi abbassino le pretese. C’è da dire che Vigorelli, che ha lavorato per il trasferimento di Eto’o all’Anzhi, potrebbe muoversi anche per Santon che è un suo assistito. In casa Milan si punta su De Sciglio. Bisogna anche vedere la situazione di Antonini con il Garatasaray. Se accetta  per giugno se ne potrebbe parlare dopo il campionato, così Santon sarebbe dirottato sulla corsia di sinistra. Non credo sia un affare che si chiuderà a gennaio”.

A proposito di Galatasaray, i turchi stanno cercando sia Boateng che Snejder. Chi può partire davvero?
Secondo me è un club ambizioso. In estate ha cercato Kakà. I margini non sono molto positivi  perché non si parla di un vero top club. Io credo che aspetteranno per dare una risposta ai turchi nelle ultime ore di mercato, cercando di capire  se dall’Inghilterra possono tornare con prepotenza. Il Liverpool si era fatto avanti  per l’olandese e si aspetta un rilancio.  A mio modo di vedere questa con i turchi è un’operazione che non si farà”.

Si sente parlare di diversi accostamenti di Lampard in Italia. Lascerà davvero Londra?
Lui si muoverà se ci sarà un progetto che gli permetterà di approdare al mondiale, quindi non sei mesi, ma un discorso di un anno e mezzo. Vista l’età credo che la Lazio abbia delle carti importanti da giocarsi a patto che lui venga incontro ai biancocelesti. In Italia lo hanno cercato anche la Fiorentina e l’Inter, però anche qui non vedo grandi margini di conclusione della trattativa. Lui non ha mai manifestato grandi volontà di approdare in serie A. Staremo a vedere”.

Per quanto riguarda Drogba: è possibile vederlo in maglia bianconera oppure i costi elevati lo tratterranno in Cina?
Dipende dalla sua volontà. La Juve è chiara: sei milioni netti per sei mesi. C’è anche la possibilità di strappare un’opzione per la prossima stagione. Lui cercherà di resistere fino agli ultimi giorni di mercato per vedere se c’è un altro club interessato. Vuole tornare in Europa al 100%. Se sceglierà la qualità accetterà la proposta della Juve”.

Il futuro di Balotelli è lontano da Manchester: alla fine chi prenderà questo giocatore?
Il Milan resta la sua casa naturale: rappresenta il suo matrimonio che si verificherà. Balotelli è il botto finale perché  per arrivare a lui servirebbero 37 milioni di euro,  anche se in realtà, se non viene rateizzata la cifra e si paga cash, si può strappare  una cifra  più vicina alla realtà perchè stiamo parlando di un giocatore che è sempre più riserva e si può ragionare su una base di 25-26 milioni. 15 ne sono già entrati con Pato, ne mancherebbero 12 che  possono arrivare da Robinho se si riapre la strada che porta al Santos e io credo possa accadere. Potrebbero arrivare da una cessione di Abate, da una cessione di Boateng se, oltre al Garatasaray, si uniranno altre offerte. Insomma il Milan attende per avere il denaro necessario a chiudere il colpo. Possiamo svelare che l’accordo con il giocatore è vicino, bisogna solo convincere il Manchester anche se c’è  il Napoli di mezzo. I partenopei con una eventuale cessione di Cavani potrebbero  arrivare a Balotelli. Il Milan deve giocare d’anticipo e chiudere a gennaio senza lasciare spazio al Napoli”.

Elmar Bergonzini-www.Milanlive.it