MILAN UDINESE – Di seguito le principali dichiarazioni di Allegri nella conferenza stampa pre-Udinese nonchè nell’intervista a Milan Channel.

SUL MERCATO“Ho pensato molto alla squadra anche perchè con la società c’era molta sintonia sul mercato e, infatti, abbiamo raggiunto tutti gli obiettivi che ci eravamo prefissati. Galliani è stato bravo a ricostruire una squadra di valore e giovane. Dopo un’estate difficile con molte critiche ad allenatore e società per le tante partenze e altro, sembrava tutto nero. Il Milan, invece, ha una storia e un passato recente importante. Il presidente ha dimostrato di investire ancora nel Milan con un dirigente come Galliani che è uno dei migliori al Mondo, ricostruendo e dando futuro a questa squadra, tenendo in ordine i conti. Questa squadra ha giocatori dall’importante futuro con 7 ragazzi classe ’90 e anche gli altri. Il mio futuro? Non mi ammazzavo prima e non mi esalto ora, ho un obiettivo e cerco di raggiungerlo. Salamon è un giovane che può fare molto bene. Ha delle ottime qualità per poter far bene da difensore. Deve migliorare perché nascendo da centrocampista è normale ma a mio avviso può dimostrare molto in questo ruolo. Mercato di gennaio? Il Milan ha riportato in Italia un grande patrimonio del calcio italiano e Galliani è stato il più bravo. Il napoli ha preso un difensore importante e si candida seriamente allo scudetto, la Juve ha preso Anelka che è un giocatore d’esperienza e abituato a questi livelli”.

BALOTELLI PAZZINI“Possono giocare tranquillamente insieme in un sistema di gioco diverso anche a partita in corso. Mario è molto bravo a giocare anche con la squadra. Niang, Balotelli, El Shaarawy? Ci può stare benissimo perchè Niang ed El Shaa fanno molta fase difensiva. Ma in generale tutta la squadra sta crescendo e dando un grande contributo in tutte le fasi di gioco. Balotelli dal primo minuto? E’ un giocatore straordinario, dovrò decidere oggi. Ha le qualità per farci fare un bel passo avanti, può giocare da punta centrale, è in buona condizione ma dovrò valutare. Pazzini? Mettere in discussione Pazzini adesso sia sbagliato, aldilà dell’arrivo di Balotelli. Il Pazzo ha segnato 10 gol e sta facendo bene. Una grande squadra deve avere due giocatori di valore in ogni ruolo. Al momento la rosa va bene e avere dei cambi importanti è fondamentale per questa squadra. Abbiamo sfoltito e aggiunto qualità. A livello mediatico Balotelli è straordinario, ha portato molto entusiasmo tra i tifosi. Noi dobbiamo cercare di continuare ad avere equilibrio. Mario l’ho trovato molto sereno e tranquillo; sa che è un’occasione importante per lui, ha la possibilità di consacrarsi definitivamente avendo un ruolo di primo attore a differenza di City e Inter dove era un comprimario. Non do detto nulla a Pazzini perchè è un giocatore intelligente e sa benissimo che in una grande squadra ci vogliono almeno due giocatori per ruolo. Tutti devono lavorare per conquistarsi il posto e poi dovrò essere io bravo e fortunato a fare le scelte giuste. Non so se sia l’attacco più forte del campionato il nostro, so solo che dobbiamo cercare un po’ di gol da difensori e dai centrocampisti e magari qualche gol in più da altre punte oltre a Pazzini ed El Shaarawy. Balotelli e Pazzini insieme possono giocare ma non in un 4-3-3. Avere tanti “galli nel pollaio” è uno stimolo per tutti, così tutti dovranno farsi trovare pronti e tutti devono avere l’obiettivo unico di fare un girone di ritorno importante. Comunque capisco chi è arrabbiato con me quando è escluso, ma fa parte del gioco. Io bravo con i giovani? Non è che sono un creatore di giovani ma se i giovani sono bravi giocano. Dico nuovamente che Mario qui può consacrarsi come un top player. Ha grandi qualità fisiche e tecniche, ha solo bisogno di giocare e al Milan lo farà”.

PROBABILE FORMAZIONE “Mexes non sarà disponibile perchè ha un risentimento al ginocchio. Bonera e Zaccardo stanno bene e uno di questi giocherà al fianco di Zapata. Balotelli sta bene anche se è appena arrivato, valuterò oggi se portarlo in panchina o farlo partire dal primo minuto. Non si tratta di una scelta tecnica. De Sciglio ha avuto un risentimento mercoledì e per non rischiarlo non sarà disponibile. Boateng? Prince credo sia molto convinto del ruolo che sta facendo. Sta migliorando e sono contento di lui. Poi ha le qualità per giocare in diversi ruoli e può venire sempre buono anche più avanzato”.

SULLA JUVE“Ognuno ha un suo modo di esternare le cose, non voglio dare giudizi su quello che fanno gli altri, già faccio fatica con me stesso.Come avrei reagito al posto di Conte? Non lo so, nelle situazioni bisogna trovarsi, la Juve da due anni sta facendo un ottimo lavoro, l’anno scorso ha vinto il campionato con 84 punti, quest’anno è in testa, è ancora la favorita per lo scudetto”.

SFIDA CON L’ATALANTA“A Bergamo è sempre difficile giocare bene. La squadra si è dimostrata matura anche se potevamo chiudere prima la partita. Non abbiamo preso gol in trasferta per la seconda volta di fila, un’abitudine che dobbiamo ripetere. Sono contento di tutti, del ragazzino Niang che prima o poi avrà un calo avendo solo 18 anni. Bene anche Abate, tornato un giocatore importante come lo era prima”.

GARA CON L’UDINESE“Una gara che bisogna vincere per rimanere vicini al terzo posto. Potremmo fare un altro salto importante in classifica e soprattutto contro una grandissima squadra come l’Udinese, un club che non ti fa giocare e che è difficile da battere”.

OBIETTIVI STAGIONALI “Il Milan era molto competitivo anche prima senza Balotelli ora è logico che abbiamo migliorato il tasso tecnico davanti così come dietro con Zaccardo e Salamon. Noi dobbiamo pensare solo a lavorare, siamo a 6 punti dal terzo posto e mancano ancora tante partite. Ero fiducioso prima ma non so dirvi dove può arrivare veramente questa squadra. Il nostro obiettivo è quello di ottenere il massimo”.

La redazione di Milanlive.it