Milan » Milan News » Milan, Albertosi parla della sfida col Cagliari: il campo può influire sul risultato

Milan, Albertosi parla della sfida col Cagliari: il campo può influire sul risultato

Milan News Serie A-In vista della partita con il Cagliari, TMW ha intervistato il doppio ex Albertosi.

Enrico Albertosi, Cagliari-Milan alla fine si giocherà all’Is Arenas. Il campo neutro avrebbe portato sicuramente vantaggi ai rossoneri

“Certamente giocare in campo neutro, con pochi tifosi toglie il vantaggio del fattore campo al Cagliari. Mi ricordo però nelle mie trasferte a Torino che i sardi sono abbastanza numerosi, però un conto è giocare a Cagliari e un conto a Torino”.

Non crede che questa situazione metta in difficoltà il Cagliari nella lotta salvezza?

“È una situazione che io non capisco. Il Cagliari che gioca in casa a fasi alterne non è una cosa bella. Ha giocato in casa col Napoli che si porta in casa un sacco di tifosi mentre il Milan non avrebbe portato così tanti sostenitori, eppure fino all’ultimo sembrava si dovesse emigrare a Torino. Poi con la Juve a Parma, con le altre a Cagliari”.

Parliamo di Milan: da ex portiere come valuta questo continuo turnover tra i pali?

“A me non è mai piaciuto il turnover. Sono dell’idea che ci deve essere un titolare e una riserva. Qualche volta si può alternare magari facendo giocare la coppa Italia al portiere di riserva, ma il titolare dovrebbe essere uno. Il Milan cambia spesso Abbiati  che ha i suoi malanni, per fortuna Amelia è un portiere all’altezza”.

Lei chi preferisce dei due?

“Preferisco Abbiati, lo vedo più grintoso”.

Lo confermerebbe anche la prossima stagione?

“Beh, è difficile. È in scadenza di contratto e con tutti questi malanni che si trascina ci penserei su”.

Le piace questo Milan con l’arrivo di Balotelli?

“Balotelli ha fatto una partita in casa domenica e ha giocato bene, anche se dice che non era allenato. Però nel primo tempo si è visto e ha giocato alla grande. Poi è calato ma ha avuto la freddezza di segnare il rigore al 90’. Ottimo acquisto, spero metta la testa a posto perché se è il Balotelli dell’Inter i del Manchester City qualche problema ci sarà”.