CALCIOMERCATO MILAN BERLUSCONI – “Abbiamo rivoluzionato il Milan partendo dai giovani, dal settore giovanile, cercando di imitare il modello del Barcellona. Vogliamo fare in modo che i giovani arrivino in prima squadra, avendo così un Milan fatto di talenti del proprio vivaio. Il Milan ha sempre trasmesso valori importanti, perché è un club che tiene molto alla disciplina. Abbiamo scelto la via della sostenibilità finanziaria per sottostare ai parametri del fpf, creando una squadra che vince non solo in campo ma anche fuori. Il Milan deve essere strutturato per competere sui mercati internazionali, attrarre nuovi partner commerciali. Vogliamo anche essere una bandiera nella lotta contro il razzismo, importante per l’educazione nel mondo del calcio. Vogliamo scuotere la coscienza di tutti coloro che fino ad ora sono stati indifferenti e l’esempio è stato l’abbandono durante la gara contro la Pro Patria in seguito ai buu razzisti contro Boateng. Tornando al settore giovanile, vogliamo imitare la gloriosa Masia: non vogliamo acquistare Messi, ma vogliamo crearne di nuovi al nostro interno. L’operazione Balotelli in controtendenza con la nostra politica? Questa operazione ha dimostrato che il Milan può investire in un grande calciatore grazie alla profonda riorganizzazione del club. Chi acquisterei del Barca? Se potessi sceglierei Piqué, Xavi e Busquets. Milan-Barca? Uno spettacolo, un grande spettacolo fra due club che hanno molto da dire nel mondo del calcio e tanto da offrire”. Così Barbara Berlusconi, figlia del presidente del Milan nonchè membro del cda rossonero, intervistata da El Mundo Deportivo.

La redazione di Milanlive.it