Milan News Constant-Kevin Constant è stato intervistato da Milan Channel, ed ha parlato del momento dei rossoneri: “Venerdì abbiamo fatto un bel risultato e stiamo rimontando in classifica. Mercoledì c’è la Champions League e ci dobbiamo concentrare sulla partita più dura della stagione. Tutti dobbiamo essere pronti a dare il 100%. In questo momento il Barcellona è la squadra più forte del mondo e noi, con le nostre qualità e la nostra corsa, dovremo provare a vincere questa partita. Non è che il Barcellona non ha mai perso una partita. Noi dobbiamo crederci e dare il massimo per vincere. Come si affronta il Barcellona? Ci vuole molta pazienza perché loro hanno un grande possesso palla ma anche noi dobbiamo provare a farli girare a vuoto. Dovremo essere aggressivi per vincere più duelli possibili e provare a fare un gol che sarebbe importante. Messi lo vediamo tutte le domeniche cosa fa. E’ da 14 partite consecutive che segna e sembra che non si fermi più. Toccherà a noi fermare sia lui che tutta la sua squadra. Noi dobbiamo pensare a fare la nostra partita e spero di fare una grande partita. Qual è la partita più importante tra il Barça e il derby? Pensiamo partita dopo partita. Adesso c’è il Barcellona, poi penseremo all’Inter. Balotelli non ci sarà anche se ha fatto molto bene in campionato. Abbiamo Pazzini che è importante per noi ed ha fatto tanti gol. Io sono sicuro che il Pazzo potrà aiutare tanto la squadra magari facendo anche un gol. Balo è un giocatore diverso da Ibra ma quando c’è bisogno da una mano ed è decisivo ma ripeto, Pazzini è una punta si diversa ma molto importante per noi. El Shaarawy sta facendo un po’ di lavori a parte e credo che mercoledì ci sarà. E’ un giocatore importante per la squadra. E’ imprevedibile, ha tanta qualità e quando prende la palla può fare sempre qualcosa. Il terzo posto è l’obiettivo che abbiamo da inizio anno. Stiamo giocando bene e speriamo di continuare così. Mister Allegri ci ha sempre dato molta carica. All’inizio non era facile perché sono arrivati molti giocatori. Lui ci ha fatto capire che qui si gioca per vincere e per continuare a mantenere il club in vetta e lui è stato importante. Non mi aspettavo di arrivare a questo tipo di rendimento e di giocare così tanto. Maho lavorato molto per arrivare a questo livello e spero di poter dare continuità alle mie prestazioni per dimostrare che sono da Milan”.