Milan News Mercato El Shaarawy- Milan e Roma sono interesssate a Pierre-Emerick Aubameyang, attaccante esterno gabonese classe ’89 del Saint-Etienne, autore di 17 reti in 29 partite di Ligue 1 in questa stagione. Per saperne di più la redazione di Vocegiallorossa.it ha contattato Federico Casotti, telecronista di Sportitalia ed esperto del massimo campionato francese per parlare del giocatore: “E’ una punta molto mobile, classica punta da campionato francese. Lui ha iniziato facendo l’esterno, in Francia giocano tutti col 4-2-3-1 e di conseguenza c’è molta importanza per questi esterni d’attacco che devono imparare sia a portarsi sul fondo a crossare che a concludere a rete. Aubameyang ha avuto una crescita importante sia come esterno d’attacco che come prima punta, determinante per lui per il passaggio al Saint-Etienne. Quest’anno il club francese ha preso Brandao e per Aubameyang c’è stata la necessità di sdoppiarsi, giocando esterno e prima punta, ma il gabonese ha preso piena coscienza dei suoi mezzi e lo si vede dalle giocate che fa, molto imprevedibili, di fantasia e di estro, di quelle che uno prova in allenamento e che in partita non azzarda mai a fare. Il fatto che lui provi a farle e che gli riescano è segnale di un giocatore di estrema duttilità. A me come attaccante ricorda El Shaarawy per come si pone in avanti, per come è in grado di fare sia la prima punta che l’esterno, tagliando spesso e volentieri verso l’area. Ha una grande varietà realizzativa, è un giocatore che fa gol in tante maniere, non c’è un marchio di fabbrica dei suoi gol”.

Una valutazione economica del giocatore? Ci sono altre squadre interessate a lui?
“L’anno scorso si parlava di 10 milioni. Teniamo conto che il Saint-Etienne lo ha riscattato dal Milan per una cifra compresa tra 1 e 2 milioni, quest’anno non credo si parta da meno di 13-15, perché il giocatore nel frattempo è migliorato. L’anno scorso ha segnato 15-16 gol se non sbaglio, quest’anno viaggia per i 20. E’ un giocatore con trend ascendente, parallelamente sale anche il valore del cartellino. Sapevo dell’interesse della Fiorentina, perché è un giocatore che nel gioco di Montella starebbe molto bene, ma soprattutto di diversi interessi in Premier League, Liverpool in particolare ma non solo. Il discorso è sempre quello, le squadre italiane devono muoversi in anticipo. Se si muovono in ritardo arrivano le squadre di Premier e dal punto di vista finanziario non c’è corsa, anche se una squadra italiana può offrire rispetto all’Aston Villa della situazione una partecipazione alle coppe europee, ma meno soldi e da quel punto di vista un giocatore tende a farsi attrarre dalla Premier. Chi vuole Aubameyang deve andarci con convinzione già a giugno”.