Milan » Milan News » Milan, Di Stefano: “La giornata di ieri ha cambiato il mercato ed il modulo del futuro”

Milan, Di Stefano: “La giornata di ieri ha cambiato il mercato ed il modulo del futuro”

MILAN GALLIANI – Peppe Di Stefano a Sky Sport ha parlato della situazione in casa Milan: “Il Milan era di fronte ad un bivio: rinunciare ad un tesoretto importante dalla cessione di El Shaarawy oppure cederlo. Il ragazzo avrebbe potuto portare anche 30 milioni, l’Anzhi avrebbe potuto offrire anche di più. Ora restano da cedere Robinho e Boateng, che potrebbero portare rispettivamente 8 e 12 milioni, si arriverebbe a 20 che il Milan utilizzerebbe per sistemare la rosa. Cambia qualcosa nei conti e anche nei numeri in campo. Se n’é parlato ieri nella riunione con Galliani, se n’era parlato ad Arcore. Il 4-2-3-1 è il modulo che si può utilizzare, El Shaarawy a sinistra farebbe felice il giocatore e Allegri, questo non vuol dire che il giocatore non si adatterà al ruolo da seconda punta. Si era pensato di prendere un attaccante se si fosse ceduto El Shaarawy, ora cambierà anche il mercato. Se il Milan dovesse utilizzare il 4-2-3-1, la squadra potrebbe aver bisogno di un altro esterno. Non so se Cerci è ancora un obiettivo, ma avrebbe le caratteristiche che farebbero comodo al Milan. Parte dei soldi che arriverebbero dalla cessione di Robinho il Milan li reinvestirebbe per Honda. Piace e sarebbe importante dal punto di vista del marketing. Al Milan sono convinti che possa fare bene. Ieri è stata una giornata decisiva, il Milan ha rinunciato a soldi importanti, è stato avvisato l’Anzhi, che offriva 30 e più milioni al Milan e 7 milioni ad El Shaarawy. Poli? Possono essere giorni decisivi, è un giocatore destinato al Milan. La difesa? Il Milan ha comprato di fatto Zapata, è partito Yepes ed è arrivato Vergara“.