Milan » calciomercato milan » Calciomercato Milan, Suma: “Chi pensa che Balotelli possa andar via a gennaio si plachi: non lo farà! L’arrivo di Honda…”

Calciomercato Milan, Suma: “Chi pensa che Balotelli possa andar via a gennaio si plachi: non lo farà! L’arrivo di Honda…”

FBL-ITA-SERIE A-LIVORNO-AC MILAN
CALCIOMERCATO MILAN SUMA – Ecco un estratto dell’editoriale di Mauro Suma scritto per Milannews.it riguardo il calciomercato in entrata e in uscita del Diavolo: “Mario Balotelli si presenta facendo tre gol in partitella. E chi pensa ancora che Mario possa lasciare il Milan in questo mese di Gennaio, si plachi. Il Milan ha bisogno di uno o due centrocampisti e non pensa minimamente di andare a cercare avventure cedendo l’attaccante al momento più forte che ha. Mi rendo conto che di questi tempi parlare di Milan senza proporre un proprio amico un giorno sì e l’altro pure per il nuovo assetto della Società, faccia poco fico e sia un po’ demodè. Ma che volete farci, non partecipiamo per definizione a guerre per bande e non siamo fra quelli che cercano la bara nel punto in cui erano sicuri di aver seppellito il nemico dei propri amici. Parliamo quindi di Milan con l’amore di sempre. A oggi, nella gara d’andata con l’Atletico di Madrid il centrocampo del Milan, con Montolivo e Muntari squalificati, è composto da Poli, De Jong e Nocerino. Tre professionisti scrupolosi e assolutamente dignitosi, tre giocatori nel giro delle rispettive Nazionali, sia ben chiaro. In ogni caso basta saperlo e farsi un bel nodo al fazzoletto. L’arrivo di Honda è molto atteso in casa rossonera. Non solo per gli enormi sviluppi economici e mediatici collegati alla stella della Nazionale nipponica. Ma per rifinire la squadra là davanti. Honda è il giocatore, ci perdoni Valter, con quella qualità in più per dare senso compiuto all’attacco rossonero. Con Balotelli che farà il centravanti e con Kakà e Honda vicini, il Milan riproporrà al meglio la versione offensiva che meglio ha figurato in questa stagione, quella con Birsa, oltre a Kakà e Balotelli. Il buon Birsa infatti non è solo un pretesto per fare pezzi retorici e melensi sul tempo che fu, ma è un centrocampista offensivo ordinato. Quello che rappresenta Honda, con più colpi e con più qualità, sempre con tutto il rispetto. Il Milan ripartirà così, sapendo anche di avere sui blocchi di partenza un pirata come il Pazzo Pazzini che ha una voglia per l’appunto pazza di rifarsi con gli interessi. Il veleno sportivo che aveva in corpo negli ultimi minuti del derby è un segnale molto chiaro in questo senso.

La redazione di milanlive.it