Milan » editoriali » Milan, c’è una stagione da salvare: fiducia a Seedorf, ma società e giocatori lo devono seguire

Milan, c’è una stagione da salvare: fiducia a Seedorf, ma società e giocatori lo devono seguire

Seedorf 7

Clarence Seedorf è da oggi ufficialmente il nuovo allenatore del Milan. Il suo ritorno a Milanello sembra aver riportato un po’ di entusiasmo nell’ambiente milanista, depresso dopo mesi conditi da prestazioni negative e da risultati non soddisfacenti.
Il compito dell’olandese è fin da subito quello di motivare i giocatori a dare il meglio e farne un gruppo compatto che segua le sue indicazioni alla lettera dimostrando impegno e spirito di sacrificio. Meno creste e social network, più corsa e sudore. Seedorf dà l’impressione di essere una persona che esige una certa disciplina nello spogliatoio e che non tollera sgarri.

C’è una stagione da salvare e non sono ammessi passi falsi. La classifica in campionato è triste con soli 22 punti raccolti in 19 partite ed un undicesimo posto a 30 lunghezze dalla Juventus che fa venire i brividi. E’ d’obbligo risalire e raggiungere una posizione più dignitosa. In Champions League il sorteggio ci ha accoppiati con il temibile Atletico Madrid di Diego Simeone, squadra capolista della Liga con la quale bisognerà essere al 100% per sperare di accedere ai quarti di finale. In Coppa Italia gli ottavi sono stati superati agevolmente contro lo Spezia e la prossima sfida sarà contro l’Udinese, mentre la semifinale potrebbe essere contro la Fiorentina. E’ dunque fattibile riuscire ad approdare alla finale di una coppa spesso snobbata, ma che potrebbe regalare l’accesso all’Europa League per la prossima stagione.

Per Seedorf c’è molto da lavorare e non sarà semplice per un allenatore come lui che è comunque un esordiente e che fino all’altro ieri era ancora un giocatore. Sicuramente la sua enorme esperienza e la sua forte personalità lo aiuteranno nell’intraprendere questa nuova avventura, ma serve anche un supporto da parte della società. Una società che nell’ultimo mercato estivo è stata molto deludente ed ha costruito una squadra con poca logica definendola “competitiva per vincere lo Scudetto” quando era palese che la realtà fosse diversa. Se si vuole veramente rilanciare il Milan è necessario cambiare marcia e regalare a Seedorf i giocatori che lui ritiene utili per poter applicare e sviluppare al meglio il proprio credo calcistico. Vedremo come si competerà Silvio Berlusconi, i tifosi lo attendono al varco.

Matteo Bellan – www.milanlive.it