Milan » editoriali » Milan, Balotelli: dopo il goal da campione serve una continuità da campione

Milan, Balotelli: dopo il goal da campione serve una continuità da campione

Balotelli

Balotelli

Venerdì sera con un goal straordinario da 35 metri all’86esimo minuto Mario Balotelli ha regalato la vittoria al Milan contro il Bologna. Tre punti importanti per i rossoneri, che si avvicinano con maggiore fiducia alla sfida di Champions League di mercoledì contro l’Atletico Madrid.
Un rete talmente bella e decisiva da far passare in secondo piano il fatto che la prestazione del numero 45 milanista nell’arco della partita fosse stata nel complesso negativa. Lento, poco grintoso ed estraneo al gioco. Poi dal nulla un goal da campione che ha fatto gioire tutti i milanisti, tranne lui che è rimasto impassibile dopo il goal e sono in tanti a chiedersi il perché.

Secondo alcuni quel goal è stata una risposta a Clarence Seedorf, il quale aveva affermato che Balotelli non fosse ancora un campione. L’olandese ha ragione ad affermare ciò. Per essere campioni bisogna con continuità sfoderare prestazioni di alto livello in tutte le partite e soprattutto negli scontri diretti contro le grandi squadre, è lì che si fa capire di che pasta si è fatti. Balotelli non è ancora un giocatore continuo. Ha un potenziale importante, ma deve capire se vuole fare il salto di qualità oppure restare un incompiuto. L’età è dalla sua parte e sono in molti ad avere fiducia nelle sue qualità.
Balotelli contro l’Atletico Madrid avrà l’occasione per dimostrare di poter essere decisivo anche in un big match, di saper trascinare i compagni e di riuscire a collaborare con loro senza insistere troppo nelle giocate personali.
Il Milan ha bisogno di un Super Mario.

Matteo Bellan – www.milanlive.it